Cantiere di Santa Caterina, dopo Pasqua la consegna delle nuove case

Avviato l'iter per la costruzione dei due sottopassi. Le case sono incluse nell’intervento complessivo quali misure compensative riservate ai proprietari degli immobili situati in via Basiliano che dovranno essere demoliti

La costruzione dei tre nuovi alloggi inclusi nel cantiere per l’eliminazione del passaggio a livello di Santa Caterina realizzato dalla Provincia di Udine, è a buon punto tanto da prevedere una consegna alle famiglie dopo Pasqua. Le case sono incluse nell’intervento complessivo quali misure compensative riservate ai proprietari degli immobili situati in via Basiliano che dovranno essere demoliti poiché interferiscono con la rampa di ingresso (lato Udine) alla futura rotatoria la cui quota sarà collocata a circa 6,5 metri al di sotto della linea ferroviaria. Attualmente nelle nuove abitazioni, situate in prossimità della Statale Pontebbana, sulla destra, dopo l’abitato di Santa Caterina, sono in corso lavori di finitura.

Nelle ultime settimane, il cantiere, dove nei giorni scorsi si sono recati per un sopralluogo il presidente della Provincia di Udine Pietro Fontanini e il vice con delega alla viabilità Franco Mattiussi, ha subito un’intensificazione grazie anche a condizioni meteorologiche più favorevoli rispetto all’ultimo periodo e all’estate 2014. Nell’area adiacente la Statale 13, sono state già eseguite banchine, fognature, scarpate, fossi e fondo stradale. Dal lato opposto, verso Pasian di Prato, invece, sono in corso gli scavi dove successivamente verranno effettuate le opere accessorie a questo nuovo tratto stradale. E’ partita inoltre la realizzazione dei due manufatti in cemento armato (due parallelepipedi cavi di circa 25 x 25 metri e 8 metri altezza) che verranno spinti sotto la linea ferroviaria costituendo così i due sottopassi della rotatoria. Le operazioni di spinta sono state concertate con Rfi e verranno effettuate secondo criteri e indicazioni di sicurezza indicate da Rfi. Il manufatto già in corso di realizzazione e che per primo verrà messo in posizione è quello lato Campoformido. La ditta sta predisponendo le infrastrutture necessarie (platee di varo) per la spinta degli scatolari al di sotto della ferrovia.

Tra le altre opere in corso, scavi, realizzazione di nuove strutture di perimetrazione e demolizione di vecchi muretti (lato Pasian di Prato), nonché l’esecuzione di un’ulteriore tranche di bonifiche belliche. L’intervento complessivo prevede un investimento di 5 milioni 164 mila e 569 euro di cui 4 milioni 131 mila e 655 dalla Regione e 1 milione 32 mila e 913 dalle Ferrovie. Il passaggio a livello, grazie all’intervento della Provincia di Udine, verrà eliminato e sostituito da una nuova struttura viabilistica che, da Santa Caterina, scorrerà in prossimità della linea ferroviaria e poi, attraverso una rotonda “in trincea”, si ricollegherà alla statale Pontebbana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cattura-14-28

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Austria non apre all'Italia, Fedriga: "Distrutta qualsiasi regola europea"

  • Spiagge, nuova ordinanza in arrivo: ecco cosa deciderà

  • Finestrini sfondati: "Le forze dell'ordine si occupino di quello per cui le paghiamo, non di multe ai locali"

  • La Croazia taglia fuori gli italiani: turisti solo da 10 paesi europei

  • Fa entrare i clienti dal retro nonostante le restrizioni, interviene la Polizia

  • Incendio nella notte alle porte di Udine, in fiamme un locale

Torna su
UdineToday è in caricamento