rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
tribunale / Cervignano del Friuli / Piazza Indipendenza

Appartamento a luci rosse a Cervignano, condannate due persone per sfruttamento della prostitituzione

Il giro di squillo era stato scoperto dai carabinieri nel settembre 2020 dopo diverse segnalazioni dagli altri residenti insospettiti dall'insolito via vai di uomini e dai rumori provenienti dall'abitazione

Era stata un'estate bollente quella del 2020 in un condominio din pieno centro di Cervignano del Friuli. Qui una donna e un uomo, di origine cinese, avevano avviato una casa a luci rosse. Ora sono arrivate le prime condanne. Il giudice del Tribunale di Udine, Daniele Faleschini Barnaba, ha deciso di condannare a 2 anni e 6 mesi di reclusione per la 54enne Min Fang e 2 anni di reclusione, con pena sospesa, al 56enne Delai Liu, per i reati di di sfruttamento e favoreggiamento alla prostituzione.

Cosa era accaduto

C'era un continuo via vai di uomini, a tutte le ore del giorno e della notte. E rumori inequivocabili si sentivano provenire da quell'appartamento al decimo piano di unpalazzo in centro a Cervignano. Precisamente in piazza Indipendenza. A denunciare la situazione i residenti della zona che hanno segnalato quei movimenti sospetti ai carabinieri della compagnia di Palmanova. Così sono scattate le indagini che hanno portato all'arresto prima dei due cittadini di origine cinese, con le accuse di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. 

Sesso rumoroso in condominio, smascherato giro di prostituzione

Le accuse

I due si sarebbero occupati di pagare affitto e utenze dell'appartamento incriminato. Ma anche degli annunci su Internet. E di fornire alle due prostitute, due donne, sempre cinesi, di 53 e 43 anni, il materiale necessario come giochi erotici, gel lubrificanti e profilattici. E infine gestivano anche i rapporti con i clienti trattenendo per loro circa metà degli incassi quotidiani. Quotazioni che arrivavano fino a 200 euro per un rapporto completo.

Altre persone coinvolte

Per la stessa vicenda erano finiti nei guai anche i proprietari dell'appartamento. Si trattava di un 43enne di Lignano, legale rappresentante di una società di Nova Gorica proprietaria dell’immobile di Cervignano, e un 52enne udinese, comproprietario. Dopo aver confiscato l'appartamento , i due sono stati condannati a un anno e 4 mesi e a un anno di reclusione dal gup di Udine. Sempre per sfruttamento della prostituzione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appartamento a luci rosse a Cervignano, condannate due persone per sfruttamento della prostitituzione

UdineToday è in caricamento