menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Disoccupazione in Fvg, la Cisl chiede provvedimenti a breve termine

Per il sindacato il noto sta nei tempi: troppo lunghi, tanto che gli effetti si manifesteranno sul medio/lungo periodo. Fania: "Priorità a donne e giovani"

Bene Rilancimpresa, ma a preoccupare la Cisl FVG sono i tempi: troppo lunghi, tanto che gli effetti si manifesteranno sul medio/lungo periodo.

Secondo il sindacato, dinnanzi agli ultimi dati sulla disoccupazione regionale lanciati dall’Inps, è evidente che urgono anche provvedimenti a breve termine. Soprattutto per i giovani e le donne, che per la Cisl sarebbero i più penalizzati dal mercato del lavoro, con un tasso di disoccupazione mediamente più alto rispetto a quello dei maschi più maturi.

Colpa, nel caso delle lavoratrici, della crisi del terziario e del commercio e, nel caso dei più giovani, di un ricambio generazionale rinviato a data da destinarsi complice una riforma pensionistica deleteria e della mancanza di nuovi insediamenti e posti di lavoro.

“La situazione è al limite – commenta a caldo il segretario generale della Cisl FVG, Giovanni Fania – tenuto conto che le grandi crisi industriali, come Electrolux solo per citarne una, non sono ancora risolte e che anche l’edilizia, che da sola genera e mette in modo altre filiere, è al palo, con un crollo produttivo pesantissimo”. “Un quadro del genere – conclude – richiede sforzi ed interventi mirati con ricadute immediate, a partire, ad esempio, dallo sblocco di cantieri e delle opere edilizie pubbliche e private, come scuole e Ater”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, in Fvg 267 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento