menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Paderno una cena da porta a porta con 400 persone

Si è svolta sabato scorso al Rugby Stadium “Otello Gerli”: un'iniziativa in mezzo al campo di gioco con una lunghissima tavolata destinata a diventare un appuntamento fisso

Sabato  7 giugno, al Rugby Stadium “Otello Gerli” di Paderno, si è svolta la prima 'Cena Sotto le Stelle da Porta a Porta'.

Un’iniziativa entusiasmante, fortemente voluta dal Presidente della Rugby Udine 1928, Massimo Ferrarin e che ha coinvolto più di 400 persone.
In mezzo al campo di gioco una tavolata lunghissima che univa le due porte ad H, tipiche del rugby, dove la protagonista della serata voleva essere tutta la grande famiglia del Rugby Udine: dalla Junior alla Senior includendo gli Old “Urogalli” e tutti gli amici.

Una vera e propria orda di rugbisti, attivi ed ex, bambini e genitori, ha pacificamente invaso il terreno verde raccontandosi storie presenti e passate in un'unica soluzione di continuità – simbolicamente rappresentata dalla lunghissima tavolata  che lambiva le 2 aree di meta – come ad unire il tempo di tutte le partite giocate e tutti i “terzi tempi” passati. 
A portare i saluti, il Sindaco di Udine, Furio Honsell che si è congratulato per l’iniziativa rimanendo anche lui colpito dalla straordinaria adesione.

La prima storica cena servita in un campo da rugby ad Udine è stata condotta dai ragazzi dell’Istituto Alberghiero Turistico Commerciale “Stringher” di Udine, in una serata di Stage attivo. Tra le portate non è mancato il tradizionale frico friulano e le brocche erano riempite da un Merlot autoctono. Nel corso della serata si è tenuto un collegamento via Skype in un “gemellaggio” di serata con la Rugby Viterbo, anche loro impegnati in una identica tavolata.

Alle 22.30 i fuochi di artificio hanno reso l’atmosfera ancora più magica con i riflessi colorati ad illuminare il campo di gioco. 
Non sono poi mancati i gruppetti che, con il pallone rigorosamente ovale, hanno dato vita a delle piccole sfide cercando di centrare proprio le porte ad H con i rugbisti della Junior a cercare di emulare i più grandi.

Enorme soddisfazione per il Presidente Ferrarin e tutto lo staff che ha collaborato all’iniziativa, la prima di una serie che dovrà diventare tradizione del sodalizio sportivo della palla ovale udinese, che esiste in città dal 1928. 

La prossima sfida sarà quella di creare 2 file ad unire le due porte, raddoppiando così i partecipanti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, in Fvg 267 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento