Cronaca Montenars / Borgo Isola

Bloccati dal torrente in piena mentre sono in agriturismo, salvati dai pompieri

Il maltempo ha costretto all'intervento a Montenars. Segnalati allagamenti anche a Mereto di Tomba, San Daniele e Gemona

Una ventina di persone in difficoltà nel primo pomeriggio di oggi a Montenars a causa del maltempo. Sono rimaste bloccate in un agriturismo di Borgo Isola a causa dell'innalzamento dell'acqua che ha reso impraticabile un guado presente sulla strada che porta al locale. Si è così reso necessario l'intervento dei Vigili del fuoco, sul posto anche con personale dei Soccorritori fluviali alluvionali. Dopo aver constatato l'impossibilità di far impegnare in sicurezza il guado alle vetture dei clienti dell'esercizio pubblico hanno scortato persone ed auto lungo una strada forestale, riportandole incolumi e in completa sicurezza sulla strada principale. Segnalati allagamenti di strade anche a Mereto di Tomba, San Daniele, Gemona, un'esondazione a Tarvisio del rio Casarenza, allagamenti di scantinati a Martinazzo di Cassacco, caduta alberi ad Arta terme, dissesto a Socchieve.

La situazione meteo

Una profonda saccatura sul Mediterraneo occidentale ha richiamato un forte afflusso di correnti meridionali umide che sulla nostra regione ha iniziato ad intensificarsi durante la notte quando sono iniziate le prime precipitazioni sulla fascia prealpina. Durante tutta la mattinata ed il pomeriggio le piogge hanno continuato ad insistere soprattutto sulla fascia dell'alta pianura e delle Prealpi. I quantitativi complessivi fino alle 18 sono stati di 10-15 millimetri sulla costa, 20-40 sulla media/bassa pianura, 40-80 sull'alta pianura e fascia pedemontana, fino a 110 millimetri sulle Prealpi Carniche centrali, fino a 160 millimetri sulle Prealpi Giulie, da 40 a 80 millimetri sulle Alpi. I valori più alti a Bordano (quasi 180). Vento forte da sud est ha interessato la costa (fino a 60 chilometri all'ora) e la montagna (oltre i 100 chilometri all'orasulle Prealpi). La quota neve inizialmente sui 1800 metri si è progressivamente abbassata nel corso del pomeriggio fino a 1200 metri nelle zone più interne, mantenendo però caratteristiche di neve bagnata e pesante.

Evoluzione

In queste ore il fronte freddo si va spostando verso nord-est, prima di mezzanotte entrerà in Slovenia e poi le precipitazioni si attenueranno. Il flusso umido manterrà tuttavia precipitazioni residue anche nel corso della notte fino a domattina (30-60 millimetri sulle Prealpi). Con l'arrivo dell'aria fredda in quota sarà possibile anche qualche rovescio temporalesco. Nella mattinata di domani la formazione di una depressione sul Triveneto provocherà qualche rovescio sparso con neve fino a 800-1000 metri circa. 

Volontariato

Sono stati operativi per interventi e monitoraggio del territorio 48 volontari di Protezione civile di 15 comuni. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bloccati dal torrente in piena mentre sono in agriturismo, salvati dai pompieri

UdineToday è in caricamento