Truffa sui contributi per la benzina agevolata, benzinaia a giudizio

La donna, una 31 enne che gestisce un impianto di distribuzione carburante a Buttrio, è accusata di aver imbrogliato sul rifornimento di oltre 20 mila litri di benzina per ottenere illecitamente il contributo della Regione

Il gup del tribunale di Udine Roberto Venditi ha rinviato a giudizio E. G., 31 enne di Buttrio, uno dei benzinai scoperti dalla Guardia di Finanza di Udine metre gonfiavano il numero di litri di carburante agevolato erogato per ottenere rimborsi maggiorati dalla Regione Friuli Venezia Giulia. La condotta illecita ha prodotto l'ipotesi di reato di truffa aggravata. 

IL METODO. Secondo l'accusa, dopo aver strisciato la carta regionale con l'importo corretto dei litri erogati, la benzinaia annullava l'operazione per ripassare la carta sul lettore, indicando una quantità maggiore di carburante all'insaputa del cliente. Le vengono così contestati, - nel periodo tra giugno 2012 e giugno 2013 - 1.415 annulli di rifornimento, per circa 18.700 litri mai erogati, e 310 episodi di rifornimento multiplo, per oltre 7mila litri, con un conseguente contributo di circa 8mila euro ottenuto illecitamente dalla Regione, costituitasi parte civile nel processo penale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stesa a terra in strada, si pensa a un incidente ma in realtà è un'ubriaca inseguita dal marito

  • Mestre, 24enne di Osoppo muore per sospetta overdose

  • Chiude la Safilo di Martignacco, 250 persone senza lavoro

  • A 24 anni apre il primo e unico negozio in regione di alimentazione naturale per cani

  • Riapre il Liberty: nel locale di viale Ledra rivivranno le anime del PiGreco e del Wellington

  • «Piangevano tutti». L'incredulità e la tristezza dei dipendenti della Safilo

Torna su
UdineToday è in caricamento