rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Residenze per anziani

Aumentano le rette delle case di riposo in Fvg

Inflazione, caro bollette e costi del personale pesano sui conti delle residenze per anziani. Da gennaio 2023 rincari fino a 9 euro al giorno per ogni ospite

Con un'inflazione che si attesta almeno al 12%, insieme al caro bollette e all’aumento del costo del personale è diventato inevitabile un aumento delle rette mensili a partire da gennaio 2023. Gli incrementi potrebbero andare da un minimo di 5 fino a 9 euro al giorno. Cifre che non sono proponibili. Un rincaro di 3 mila e 285 euro l'anno non è sostenibile. La Regione cerca, quindi, una soluzione di compromesso.

Verifiche

L'Amministrazione regionale ha deciso di tener conto del suggerimento di Federsanità e di autorizzare le strutture per anziani a ritoccare le rette anche a metà anno. Così da contenere i rincari immediati, cercando di mantenerli, però, intorno ad un euro al giorno, come è accaduto gli anni scorsi. A metà 2023 ci sarà nuova verifica e ogni struttura potrà valutare come muoversi facendosi un quadro della situazione che si verificherà in quel momento.

Gli aumenti

Gli aumenti sono, quindi, inevitabili. Resta solo da stabilire di quanto sarà più costosa la retta mensile. Tre i fattori che incideranno sulla cifra: il rinnovo dei contratti di lavoro applicati al personale della sanità, l’inflazione che vale almeno il 10 per cento dei costi, i prezzi dell'energia. Il vicepresidente con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, sottolinea  che: "Per sostenere il sistema delle case di riposo, siamo intervenuti con una decina di milioni di euro negli ultimi due anni. Ora bisognerebbe razionalizzare le strutture esistenti ed adeguare il servizio a un fabbisogno di salute. Soprattutto per dare risposte a chi viene assistito a casa e a chi sceglie la struttura".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aumentano le rette delle case di riposo in Fvg

UdineToday è in caricamento