I ladri gemelli: due fratelli arrestati per furto a sei mesi di distanza

Entrambi, un uomo e una donna, sono stati fermati dalla polizia di frontiera per furti commessi in Austria. Sono stati estradati e portati in carcere in Italia

Prima arrestano il fratello e poi, a distanza di sei mesi, anche la sorella gemella. Stesso destino per due italiani in Austria, accolti in estradizione dalla polizia di frontiera del settore di Tarvisio.

I fatti

Gli agenti della IV Zona Polizia di Frontiera-Settore di Tarvisio hanno dato seguito a un Ordine di carcerazione con l’arresto di una cittadina italiana, colpevole dei reati di furto con effrazione ed associazione a delinquere, condannata a tre anni e sei mesi di reclusione dal Tribunale austriaco di Feldkirch. La donna è stata condotta presso la casa circondariale di Trieste a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il fratello

Qualche mese fa era stato colpito da un ordine di carcerazione anche il fratello gemello, arrestato dagli stessi uomini della Polizia di Frontiera il 19 aprile di quest’anno. L’uomo era stato riconosciuto colpevole del reato di furto con scasso in una abitazione di Vienna e così condannato a due anni di reclusione dal tribunale austriaco di Vienna. Entrambi hanno deciso di scontare la loro pena in Italia: accolti in estradizione sono stati assicurati alla giustizia.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale a Castions, la vittima era un ex calciatore

  • Scontro sulla Napoleonica, un morto tra Morsano e Castions

  • Aria salubre e sicura con la corretta manutenzione dei climatizzatori

  • La Croazia apre anche ai turisti italiani: chiarita la posizione del Paese

  • «I comportamenti siano responsabili. Evitiamo il rischio di un nuovo “lockdown”»

  • Un grande bar all'aperto: ecco la nuova Piazza San Giacomo a Udine

Torna su
UdineToday è in caricamento