menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Circo Rolando Orfei a Udine, scatta il presidio degli animalisti

Il Comune ha già inviato due veterinari sul posto e organizzato alcuni controlli a campione sugli animali esotici presenti nel tendone issato ai Rizzi. Le immagini del circo, accompagnato da un breve video, inviateci gentilmente da un nostro lettore

Diversi i biglietti distribuiti in questi giorni nelle scuole per informare i bambini, gli studenti e i genitori dell'arrivo del Circo Rolando Orfei a Udine, presso l'area parcheggio sud dello Stadio Friuli. E su questi, in grande, si trova la scritta: "Il grande Circo che ama gli animali". Fra le offerte, si legge nel volantino, anche uno zoo visitabile e che ospita un elefante, 4 tigri del Bengala, una giraffa, 2 piccoli canguri, dei lama, alcuni cavallini, dei pony delle Shetland, tre dromedari, uno gnu, alcuni bisonti e altri animali.

Ma con l'arrivo della carovana Orfei in città sono scattate le prime segnalazioni da parte di alcuni cittadini contrari all'utilizzo degli animali nei circhi. Il Comune, da parte sua, ha fatto sapere di aver attivato tutti gli strumenti di verifica del caso ma che tutto è risultato in regola. E' stata esaminata dalla commissione Pubblico Spettacolo la documentazione relativa ai permessi e quella inerente gli animali e sono stati chiamati sul posto, per dei controlli a campione, pure due esperti veterinari, uno specializzato in animali esotici, l'altro proveniente dal vicino parco zoo di Lignano.

Ma agli animalisti la cosa non basta. Vogliono lasciare un messaggio, in particolar modo alle famiglie e ai bambini che si accingono all'ingresso del tendone del Circo. La Onlus "Animalisti Italiani"  ha indetto, infatti, diversi presidi lungo il viale dello Sport, a ridosso dell'orario d'inizio degli spettacoli (sabato e lunedì dalle 20.45 alle 21.30, domenica dalle ore 15.00 alle 15.45 e poi dalle 17.30 alle ore 18.15). Questo il loro appello lanciato su Facebook: "L'associazione, in collaborazione col Gruppo Attivo in difesa dei diritti degli animali, organizza un presidio pacifico per esprimere pieno dissenso all'utilizzo degli animali nei circhi. Ricordiamo che contro i finanziamenti statali ai circhi con animali, sabato 30 maggio in via Paolo Canciani a Udine si potrà firmare una petizione per chiedere allo Stato italiano di non finanziare più gli spettacoli con gli animali e di abolire fondi Fus e la legge che riconosce la funzione sociale e pedagogica dei circhi in quanto in netto contrasto con il metodo della pedagogia scientifica".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, in Fvg 267 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento