A4: due chiusure notturne martedì e mercoledì

Il maltempo non rallenta i lavori: per entrambe le notti l’entrata di San Giorgio di Nogaro in direzione Venezia sarà chiusa

Le condizioni meteo poco favorevoli, non hanno pregiudicato i lavori programmati nella notte fra sabato 10 e domenica 11 marzo in A4 e A23. Varato il nuovo cavalcavia cosiddetto “di Modeano” – che attraversa l’A4 fra San Giorgio di Nogaro e Latisana in comune di Palazzolo dello Stella – era stato demolito lo scorso giugno 2017 - e realizzata anche la soletta in calcestruzzo sul cavalcavia che da San Giorgio di Nogaro porta a Palmanova, il cui impalcato era stato varato a gennaio di quest’anno. Su questo nuovo manufatto verrà poi steso il manto d’asfalto. Solo a quel punto verrà demolito il sovrappasso vecchio. Una scelta che ha privilegiato la non interruzione della viabilità.

Effettuate anche le pavimentazioni in A4 (fra San Giorgio e Latisana) e in A23, su alcune rampe del nodo di Palmanova. Infine, posate le chilometriche lungo i new jersey centrali e il portale a cavalletto lungo la A23. I lavori, però, non sono stati conclusi del tutto e quindi sono necessarie due nuove chiusure: in A4 dalle ore 22,00 di martedì 13 alle 5,00 del mattino di mercoledì 14 marzo, nel tratto fra San Giorgio di Nogaro e Latisana in direzione Venezia e dalle 22,00 di mercoledì 14 alle 5,00 del mattino di giovedì 15 marzo nel medesimo tratto. Chiusa, entrambe le notti, l’entrata di San Giorgio di Nogaro in direzione Venezia. I lavori di ripristino del manto stradale in questo tratto sono urgenti a causa di buche e avvallamenti dovuti ai lavori di realizzazione della terza corsia. Come sempre, saranno attivati i percorsi alternativi segnalati con appositi cartelli sia lungo la viabilità autostradale sia su quella esterna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fvg con il fiato sospeso per il mini-lockdown, la lista dei comuni a rischio

  • Nuova ordinanza della Regione, ecco cosa non si può più fare

  • Schianto lungo la strada regionale: perde la vita una donna

  • Il Friuli Venezia Giulia rischia la zona rossa

  • Niente mini zone rosse, Fedriga fa dietro front: si ai tamponi per tutti

  • Coronavirus, cala il numero dei tamponi ma sale la percentuale di contagiati in Fvg

Torna su
UdineToday è in caricamento