Contributi per la casa, ecco le nuove regole

Per accedere bisogna necessaria la residenza per cinque anni in Friuli Venezia Giulia e non avere condanne per invasione di terreni o di edifici e di proprietà

Cambiano le politiche abitative in Friuli Venezia Giulia, con nuovi requisiti e fondi da quasi 40 milioni di euro per i prossimi tre anni. La quarta Commissione del Consiglio regionale, presieduta da Lorenzo Tosolini (Lega) e alla presenza ell'assessore regionale Graziano Pizzimenti, ha espresso a maggioranza parere favorevole sul Piano 2019 di attuazione delle politiche abitative e su due regolamenti di esecuzione, il primo per la realizzazione di alloggi da destinare a vendita, assegnazione e locazione in regime di edilizia convenzionata e degli incentivi ad Ater, acquirenti e assegnatari  e il secondo legato agli incentivi di edilizia agevolata a favore dei privati cittadini a sostegno dell'acquisizione o del recupero di alloggi da destinare a prima casa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le azioni

Sei le azioni per le quali il Piano annuale delle politiche abitative contempla una spesa d'investimento per complessivi 37 milioni 580mila euro articolata nel triennio 2019/2021: edilizia sovvenzionata, edilizia convenzionata in proprietà, edilizia agevolata, ascensori, coabitare sociale e forme innovative. I fondi di spesa corrente, suddivisi nelle azioni Ater-fondo sociale, sostegno alle locazioni e sostegno ai proprietari di seconde case per alloggi da adibire a locazione, ammontano complessivamente a 21.166.712,21 euro. Comuni ai due regolamenti attuativi, i nuovi requisiti di accesso: temporali (cinque anni di residenza anagrafica in Friuli Venezia Giulia anche non continuativi negli ultimi otto), penali (no condanne per invasione di terreni o di edifici) e di proprietà (cittadini non Ue non proprietari di alloggi nei Paesi di origine e provenienza) oltre agli aggiornamenti dei valori dell'indicatore Isee.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Affitto di una casa vacanza: come fare

  • Coltivare le piante in idrocoltura: cos'è e come funziona

Torna su
UdineToday è in caricamento