Gambe gonfie e ritenzione idrica: consigli e rimedi drenanti

Tutti gli alimenti e le regole da seguire per drenare i liquidi e combattere le gambe gonfie, cellulite e pelle a buccia d'arancia

Per chi soffre di ritenzione idrica e gambe gonfie, l'estate è la stagione peggiore, perché a causa del caldo, la vasodilatazione tende ad aumentare, portando di conseguenza il ristagno dei liquidi. Il risultato sono gambe gonfie e pesanti e la comparsa della cellulite e della pelle a buccia d'arancia.

Ritenzione idrica: cos'è

La ritenzione idrica è un disturbo piuttosto diffuso che comporta la tendenza a trattenere liquidi nell'organismo. Comune soprattutto nelle donne, in assenza di patologie quali uno squilibrio tra il sistema venoso e quello linfatico o una cattiva circolazione sanguigna, la causa principale della ritenzione idrica è spesso uno stile di vita poco equilibrato: un'eccessiva sedentarietà e una dieta scorretta, spesso uniti all'infiammazione esercitata dal tessuto adiposo, alla disfunzione vascolare e alla sofferenza a carico del microcircolo, sono fattori che compromettono fortemente le capacità drenanti dell'organismo, facilitando così l'accumulo e il ristagno dei liquidi.

I disturbi

Tra le conseguenze di una scarsa capacità drenante dell'organismo, e di conseguenza del ristagno dei liquidi, troviamo piedi e caviglie gonfie, gambe dolenti al tatto e alla compressione, gambe stanche e affaticate, pelle a buccia d'arancia e cellulite. Inoltre, il ristagno dei liquidi tende a concentrarsi generalmente nelle zone predisposte all'accumulo di grasso, come addome, cosce e glutei, e se è vero che la ritenzione idrica non incide, di per sé, sull'aumento del peso, è anche vero che il sovrappeso contribuisce a rallentare la diuresi e favorire la ritenzione idrica.

I rimedi

Di conseguenza, per sgonfiare le gambe e al contempo combattere ritenzione idrica, cellulite e pelle a buccia d'arancia, è fondamentale abbinare una dieta sana, varia e drenante a un'attività fisica adeguata alle proprie esigenze. Vediamo, quindi, alcuni consigli semplici da seguire per modificare alcuni aspetti del proprio stile di vita e combattere gambe gonfie e ritenzione idrica

Meno sale, più erbe aromatiche

Il sodio è uno dei principali alleati di cellulite e ritenzione idrica: il primo passo per combatterle, quindi, è diminuire il sale e, di conseguenza, la quantità di sodio assunta ogni giorno, aumentando parallelamente l'apporto di alimenti ricchi di potassio, vitamina C e fibre. Un ottimo modo per ridurre il consumo di sale, inoltre, è imparare a cucinare utilizzando le erbe aromatiche e le spezie, capaci di dare sapore e gusto alle pietanze ma anche di apportare tantissimi benefici al nostro organismo. Infine, è importante ricordare che il sodio non si trova unicamente nel sale, ma in tantissimi altri alimenti: è necessario, quindi, limitare anche il consumo di insaccati, formaggi stagionati e prodotti confezionati.

Bevi spesso

Per sconfiggere la cellulite e sgonfiare le gambe è fondamentale assumere tanta acqua: bere, infatti, aiuta a ridurre la ritenzione idrica, favorendo sia l'eliminazione dei liquidi in eccesso e delle tossine sia il corretto funzionamento di intestino e microcircolo. Cercare di bere almeno 1 litro e mezzo di acqua, assumere alimenti drenanti, infusi e tisane e, per ottimizzare il loro potere drenante, prediligere le acque poco mineralizzate, con residuo fisso inferiore ai 50 mg/L.

Assumi potassio e magnesio

Potassio e magnesio sono minerali depurativi che aiutano a combattere cellulite e ritenzione idrica: il potassio regola la distribuzione dei fluidi fra interno ed esterno delle cellule ed è l'antagonista naturale del sodio, favorendo lo smaltimento dei liquidi in eccesso, mentre il magnesio è un microelemento che agisce sulla permeabilità della membrana cellulare e, di conseguenza, influenza il passaggio del potassio e di altri elementi attraverso di essa. Entrambi questi minerali sono naturalmente presenti nelle verdure a foglia larga, nella frutta, come fragole, pesche, albicocche e banane, e in altri alimenti, quali cereali integrali, semi oleosi, legumi e frutta secca.

Via libera alle fibre

Le fibre sono essenziali per rimanere in buona salute, grazie alla loro capacità di regolarizzare l'attività intestinale e di diminuire l'assorbimento di grassi e zuccheri, contribuendo a tenere sotto controllo colesterolo e glicemia e a drenare tossine e liquidi in eccesso. Via libera quindi a cereali integrali, legumi, mele, carciofi, finocchi, asparagi e prugne.

Puntare tutto su carni bianche e pesce

Cercare di evitare alimenti grassi e difficili da digerire, come carni rosse, formaggi e salumi, prediligendo le proteine più leggere di carni bianche, legumi, uova e pesce.

Ridurre gli zuccheri semplici

Gli zuccheri semplici contribuiscono a promuovere l'infiammazione del tessuto adiposo e la sofferenza del microcircolo a causa della loro capacità di trattenere i liquidi: per combattere cellulite e ritenzione idrica è quindi molto importante ridurre il consumo di zuccheri semplici e farine raffinate (bianche), prediligendo i cereali integrali (pasta, pane e riso integrali, orzo, kamut, farro, quinoa). Questi ultimi, infatti, sono ricchi di fibre, che facilitano il drenaggio di liquidi e scorie e aiutano a sentirsi sazi più a lungo, prevenendo abbuffate e attacchi di fame.

10 cibi drenanti per sconfiggere ritenzione e cellulite

Ecco i 10 migliori alimenti drenanti capaci di combattere gambe gonfie, cellulite e ritenzione idrica:

  • ananas
  • anguria
  • asparagi
  • cetrioli
  • cipolle
  • lattuga
  • mele
  • mirtilli
  • pomodori
  • ribes

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza della Regione, ecco cosa non si può più fare

  • Schianto lungo la strada regionale: perde la vita una donna

  • Mille ordini a settimana: nessuno ferma più i friulani del delivery esotico

  • L'omino Michelin sorride ai ristoranti friulani, ecco le stelle 2021 della famosa Guida

  • Coronavirus, cala il numero dei tamponi ma sale la percentuale di contagiati in Fvg

  • Lutto nel mondo della politica, addio ad Andrea Simone Lerussi

Torna su
UdineToday è in caricamento