menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
© Infophoto

© Infophoto

Udinese - Sampdoria 3-3 | Di Natale segna e l'Udinese saluta il campionato

Un rocambolesco pareggio segna la fine del campionato per Udinese e Sampdoria, in una partita fatta di rimonte, controrimonte e tanto divertimento. Di Natale e Guidolin fanno il giro del campo per salutare tutti i tifosi, uno a 193 reti in Serie A e l'altro con 3 qualificazioni europee in 4 anni guadagnate sul campo. Nei prossimi giorni si scoprirà chi dei due rimarrà ancora nella prossima stagione

Nella serata di metà maggio del Friuli va di scena uno spettacolare e rocambolesco 3-3 tra Udinese e Sampdoria, ma oltre ad essere questo, è una serata importante per molti motivi. E' la serata di Totò Di Natale, capitano eterno bianconero, che segna una tripletta, che arriva a -7 dai 200 gol in Serie A e che fa un giro di campo salutando tutti i tifosi, lanciando maglia, pantaloncini e scarpe al pubblico. E' la serata di Francesco Guidolin, che nell'esultanza per la prima rete lustra lo scarpino a Di Natale, che per la prima volta al Friuli saluta tutto lo stadio e va sotto la curva a salutare e che in quattro anni ha portato tre volte l'Udinese in Europa e ha portato i bianconeri ad una salvezza che in molti momenti della stagione sembrava a rischio. E' la serata dei possibili addii, e di un addio certo: l'addio dell'Udinese a questa stagione di Serie A, la più difficile degli ultimi anni.

Guidolin è costretto a rivoluzionare la squadra, e quindi spazio a Brkic tra i pali e Bubnjic in difesa, oltre a Lazzari a centrocampo. Ma subito la partita si mette male, con Okaka (migliore della Samp insieme al portiere Fiorillo) che segna di testa saltando proprio il difensore croato. E poco dopo la sorte ci mette ancora lo zampino: Gabriel Silva è costretto a uscire per infortunio ed al suo posto entra Naldo. La Sampdoria attacca a pieno organico, ma l'Udinese riesce a spingersi in avanti e a conquistare un calcio di punizione. Sul pallone va Di Natale, che pennella una punizione delle sue e batte Fiorillo immobile. Sei minuti dopo l'Udinese completa la rimonta, ancora con Di Natale, questa volta servito alla perfezione da Roberto Pereyra. L'Udinese, galvanizzata dal risultato, si spinge in avanti, senza però trovare la rete che chiuderebbe la partita.

Nel secondo tempo a farla da padrone è la Sampdoria, ed infatti in due minuti pareggia e va in vantaggio. Prima Eder e poi Soriano battono Brkic, entrambi serviti con assist di Okaka. La partita piano piano rallenta, con la Sampdoria che controlla il gioco. L'Udinese però si sveglia negli ultimi 10', con Badu scatenato che scalda più volte i guantoni di Fiorillo. E a due minuti dal 90' arriva il gol del pareggio. Wszolek, da centrocampo, cerca di passare direttamente al portiere della propria squadra, ma il passaggio è sbagliatissimo. Di Natale controlla di spalla, mette a terra il pallone e batte Fiorillo per il pareggio, la tripletta personale e il 193^ gol in Serie A. La partita termina così, 3 a 3, per la gioia di tutti. E Di Natale e Guidolin, eroi bianconeri degli ultimi anni, possono fare il giro di campo insieme ed abbracciarsi sotto la tribuna, in attesa di sapere chi dei due vestirà ancora bianconero.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Attualità

Coronavirus FVG, 208 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento