menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arrestato, tenta di mangiare una sedia della Questura ma viene bloccato

Un 29 enne algerino, gravato da un provvedimento di espulsione dall'Italia, è stato intercettato dagli agenti in zona stazione e portato negli uffici di viale Venezia

Espulso dall'Italia per la sua posizione irregolare, gravato, il 24 febbraio scorso, di un ordine del Questore di Udine di abbandonare il territorio nazionale entro sette giorni, destinatario di un divieto di dimora a Udine e di un divieto di ritorno in città emesso sempre dal Questore friulano. Nonostante tutto questo, nella serata di venerdì, bazzicava in zona stazione. Si tratta del 29 enne algerino Z. M., intercettato dagli uomini della Polizia poco dopo le 21 in compagnia di un altro soggetto. Alla vista degli agenti ha lasciato cadere a terra un n piccolo involucro, contenente mezzo grammo di sostanza poi essersi rivelata dello stupefacente. E' stato bloccato a forza, nonostante i diversi tentativi di divincolarsi, e condotto negli uffici di viale Venezia. 

Danni

In Questura ha tentato di porre in essere un atto autolesionistico, cercando di ingerire un frammento di una sedia. Il peggio è stato scongiurato dal pronto intervento di due agenti, che lo hanno immobilizzato e sono riusciti a togliergli dalle mani la scheggia. Lo straniero poi, al termine del compimento dei vari atti di polizia giudiziaria, ha opposto di novo resistenza nei confronti dei poliziotti, sbracciando, dimenandosi e cercando di colpirli. E' stato così tratto in arresto per resistenza a pubblico ufficiale e denunciato anche per inottemperanza all’ordine del Questore di lasciare lo Stato, inosservanza del divieto di ritorno a Udine e detenzione illecita di sostanza stupefacente. In nottata è stato condotto al carcere di via Spalato. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento