In 300 alla "Bike Night" da Udine e Ugovizza

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Sono stati giorni in cui Udine ha dimostrato la voglia di bici e di eventi: a partire da venerdì con la festa di Ediciclo Editore alla ciclofocacceria Mamm, alle sessioni di yoga per ciclisti, tenute dal campione mondiale di freeride Timo Pretzel, fino ad arrivare all’attesa in piazza Libertà, iniziata ieri alle 28, della mezzanotte, l’inizio di un altro viaggio in bici che ha illuminato la notte d’estate. Dalle 18 è iniziata l’attesa all’interno di piazza Libertà. Ora dopo ora sono arrivati i par-tecipanti che hanno popolato la piazza, presentandosi alla segreteria Witoor per il ritiro del pacco iscrizione. Musica e atmosfera elettrizzante per la seconda edizione in città di uno degli eventi ciclistici più innovativi e genuini, patrocinato da FVG Live e Comune di Udine, in grado di radunare appassionati da tutta Italia. In piazza Walther era presente anche Ediciclo Editore, casa editrice specializzata nella bici, Birra Cimbra e Bike Inside. Alle 22 Timo Pritzel, ospite di Coccinelle Bike Tours, ha raccontato la sua storia di campione del mondo di freeride, con la proiezione di immagini. Dalle 23 è iniziato poi l’incolonnamento dei ciclisti per la partenza. Poi il conto alla rovescia fino a mez-zanotte, quando i 285 partecipanti, di tutti i tipi, sono partiti verso nord. Ad attenderli un percorso cicloturistico lungo la ciclovia Alpe Adria, con tre ristori e la colazione all’arrivo a Ugovizza. Tante storie che si sono mescolate durante la notte, in un filo luminoso lungo km lungo la pista ciclabile e che si è via via sgranato strada facendo. Ogni ristoro il mo-mento per fare scorte di cibo: a Vendoglio di Treppo Grande, dopo 22km, presso il parco festeggiamenti, allestito dall’associazione Ippovia del Cormor, a Venzone, dopo 52km, ospiti della Pasticceria D’Altri tempi, e infine a Chiusaforte, al km 73, all’antica Stazione. Il fascino del pedalare al buio, il cielo stellato, il sentirsi parte di un evento unico nel suo ge-nere ha dato l’energia a tutti i partecipanti per superare anche il tratto finale e arrivare alla Vecchia Stazione di Ugovizza, i primi alle 5 del mattino e gli ultimi invece alle 9.30. La gioia di aver costruito un ricordo memorabile, la scoperta di nuovi limiti personali, la sor-presa di vivere territori in modo nuovo: tante sensazioni che si sono mescolate e creano il mix unico tipico delle Bike Night. Il progetto Bike Night, ideato e curato da Simone Dovigo, con il suo marchio Witoor, è iniziato nel 2014 a Ferrara, Dal 2016 infatti Bike Night è co-organizzato e prodotto dalla cooperativa culturale ferrarese Città della Cultura / Cultura della Città (CC/CC). Il format delle Bike Night prevede assistenza medica e tecnica lungo l’intero percorso, e ai parteci-panti sono offerti tre ristori ogni 25km circa più la colazione all’arrivo. Sono inoltre garantiti servizi di noleggio bici e casco, rientri in pullman o treno. Il tour 2017 delle Bike Night è partito sabato 17 giugno con la prima tappa Ferrara-Mare (arrivo a Lido di Volano). Dopo la seconda tappa sulle Alpi con la Bolzano-Resia sabato 15 luglio, e la terza con l’Udine-Alpe Adria, sabato 5 agosto. Prossimo appunta-mento sabato 2 settembre con la Verona-Lago (arrivo a Riva del Garda), fino al gran finale sabato 16 settembre con la Milano-Lago, da piazza Leonardo fino ad Arona. «Non conta il cronometro – spiega Simone Dovigo - non c’è ordine di arrivo: è un evento che racchiude elementi quasi primordiali che portano a salire in sella alla bici». Bike Night risponde alla crescente voglia di bici, in costante aumento negli ultimi anni anche in Italia, e offre una dimensione non competitiva e coinvolgente per tutti coloro che amano la bici e sono animati da una «passione che non dorme mai». «C’è il viaggio, il movimento. C’è l’orario inconsueto, generalmente destinato ad altro: la notte, che i ciclisti illuminano con le loro luci, diventa elemento sorprendente. C’è il buio da affrontare, il sole che sorge, a regalare calore e sorrisi per avercela fatta tutti insieme». Cresciuta anno dopo anno, la Bike Night mette insieme gli appassionati autentici della bici, paralleli a qualsiasi moda del momento, tecnica o di atteggiamento. Ci sono tutti i tipi di ciclisti alla Bike Night: l’agonista, quelli su scatto fisso, le famiglie, gruppi di ragazzi, uomini donne e bambini. È una festa, dove non serve agghindarsi ma si interpreta finalmente soltanto sé stessi. Bike Night Udine – Alpe Adria 2017 2a edizione Organizzazione, sponsor e partner del progetto La Bike Night è organizzata da Witoor e Città della Cultura/Cultura della Città. Il progetto Bike Night 2017 con cinque tappe in Italia è reso possibile dal prezioso contri-buto di Sportler, e dai partner Agenzia Muraro Viaggi, Club Village & Hotel Spiaggia Ro-mea, Ediciclo Editore, Happy Ways, Biciclista, Miss Grape e Oxeego. Partner locali La tappa friulana è realizzata grazie al supporto e la collaborazione con Hotel Suite Inn (Udine), Eugenia Fort / Quo Vadis Frut, Coccinelle Bike Tours, Easy Nite, MAMM Ciclofo-cacceria, Ferrovie Udine-Cividale Progetto MI.CO.TRA, Associazione Valle del Cormor, Pasticceria D’Altri Tempi, La Chiusa (Chiusaforte), Alla vecchia Stazione (Ugovizza). La Bike Night Udine - Alpe Adria ha il patrocinio del Comune di Udine e di LIVE FVG. Numeri - 285 iscritti (nel 2016 furono 220) - 40% iscritti proveniente da fuori la provincia di Udine - 27% presenza femminile

Torna su
UdineToday è in caricamento