rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Sport

Luca Tommasini al via nella “piccola Montecarlo”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

La tanto attesa gara di Krizevci sul circuito cittadino è ormai alle porte per Luca Tommasini e il 666carbon Team. Organizzata dal motoclub di Krizevci, di cui Tommasini è nobile portacolore, la leggendaria competizione Croata, presente da oltre sessant'anni, ogni anno coinvolge migliaia di persone per la sua atmosfera folcloristica e surreale trasformando i semplici piloti presenti in moderni gladiatori. Domenica 18 giugno Tommasini, in sella alla sua Triumph Daytona 675 Supersport targata 666carbon Team, scenderà in pista nella "piccola Montecarlo" della Croazia per un weekend unico e particolare nel suo genere. Con diciotto giri in programma nella categoria 600 Supersport e una velocità massima che non supera i 200 km/h sul rettilineo più lungo, Tommasini con i suoi sei titoli nazionali croati alle spalle è chiamato a ben figurare su una delle poche competizioni su strada rimaste attive. E' dal 2009 che il pilota friulano partecipa con costanza all'evento che da sempre favorisce i rider del posto, e che molto spesso abitano proprio sulle vie dedicate al tracciato, ma questo non ha mai fermato la sua capacità di mettersi in gioco, riuscendo a conquistare un'ottima medaglia di bronzo sul terzo gradino del podio nel 2012. Risultato molto importante vista la difficoltà e la particolarità del circuito. Risultato che Tommasini brama di ripetere anche quest'anno sulla nuova moto. Il tutto si svolgerà domenica con le due sessioni di qualifiche la mattina, mentre la gara è in programma nel pomeriggio. Luca Tommasini - team manager e rider: "E' sempre una forte emozione prendere parte ad una delle ultime gare storiche rimaste sul circuito cittadino in Croazia. Con migliaia di persone che accorrono da tutta la Croazia per questa gara, per me è fondamentale riuscire a mettere a segno un ottimo risultato per far ben figurare il mio motoclub che è anche l'organizzatore della competizione. Il rischio di correre sulle gare cittadine è sempre alto ma questo non mi distoglie dall'obiettivo di ripetere il mio miglior risultato quest'anno con la nuova moto. E' un tracciato molto particolare, ha un asfalto liscissimo, è come correre sul bagnato in Italia, e non sarà facile battere l'esperto croato che vince ogni anno. La competizione è anche correlata da eventi intermedi presenziati da politici e majorette che accompagnano piloti e meccanici nel giro d'onore lungo la pista, unendo lo show con la competizione. Anche in questo caso è doveroso un ringraziamento ai miei sponsor APA Automazione, Safety Working, Maziva +, Fitness University, Braking, Fabbri e Luca Zanutto di Peak Bike."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Luca Tommasini al via nella “piccola Montecarlo”

UdineToday è in caricamento