Domenica, 25 Luglio 2021
Sport

Il Giro d'Italia in Friuli per la tappa da Grado a Gorizia: tutte le informazioni

Sabato 23 maggio è il giorno della tappa da Grado a Gorizia, passando per la Slovenia

Potrà essere davvero una festa per tutta la città, come era negli auspici degli organizzatori, l'arrivo a Gorizia della 15a tappa del Giro d'Italia, in programma domenica pomeriggio in piazza Vittoria. A fronte del miglioramento della situazione pandemica, è stato possibile prevedere la libera presenza del pubblico lungo le strade della tappa nel territorio comunale di Gorizia (pur nel rispetto delle norme anti Covid di distanziamento, è chiaro), con la sola eccezione dell'area del traguardo di piazza Vittoria. Qui, dove saranno collocate anche le tribune in corrispondenza dello striscione d'arrivo, potranno accedere solo le persone accreditate, in possesso di un pass o un invito, e in grado di esibire un tampone negativo.

Il percorso

Partendo da Grado poco dopo le 13, la tappa di domenica arriverà al traguardo di Gorizia indicativamente intorno alle 17. In mezzo, 147 chilometri che dopo il circuito transfrontaliero tra Collio e Brda e il passaggio a San Floriano, entreranno a Gorizia da Oslavia, attraversando l'Isonzo sul ponte di Piuma e toccando poi via don Bosco, via Orzoni, piazza Medaglie d'Oro e via Montesanto, prima di un ultimo passaggio oltreconfine, con il transito carico di simbolismo in piazza Transalpina. Il ritorno a Gorizia per l'ultimo chilometro avverrà dal valico della Casa Rossa, per imboccare via Alviano, attraversare le piazze Sant'Antonio e Cavour, toccare via Marconi e via Crispi, e giungere al traguardo di piazza Vittoria attraverso via Roma.

Il percorso

Schermata 2021-05-20 alle 17.38.02-2

Volontari

Al lavoro per garantire il migliore svolgimento possibile della corsa e della giornata in città c'è un vero e proprio piccolo esercito di volontari, formato da circa 150 persone e coordinato dal servizio comunale di Protezione civile, in ausilio alla Polizia locale e alle altre forze dell'ordine. Più nello specifico agli Alpini di Gorizia (presenti con ben 82 volontari) e al gruppo comunale della Protezione civile si affiancheranno l'Associazione nazionale carabinieri, l'Associazione nazionale finanzieri d'Italia, l'International police association di Gorizia, l'Associazione radioamatori e l'Associazione interforze di polizia internazionale. Sodalizi che forniranno tutti insieme 21 volontari impegnati sin dal mattino del 23 maggio per los gombero e la sorveglianza di strade e parcheggi. Il resto dei 128 volontari saranno dislocati lungo il percorso del giro dalla tarda mattinata di domenica, e fino al termine della manifestazione. Manifestazione che godrà di un'ampia copertura radio con oltre 70 apparati radiofonici (di Protezione civile, Ari e Ana) in connessione con la Polizia locale, per prevenire e ridurre al minimo eventuali problematiche.

Eventi

Il cuore rosa del Sabotino

E' un evento dal forte significato simbolico quello pensato per sabato e domenica dalle associazioni Smilevents, Bon'Aventura Events e Kd Sabotin in collaborazione con tante altre realtà sportive e culturali del territorio, e con il patrocinio dei Comuni di Gorizia, Nova Gorica e Brda, e con il sostegno dell'Entedel territorio per il turismo, la cultura, lo sport e le attività giovanili della Brda. Un grande cuore rosa, delle dimensioni di 40 per 45 metri, sarà collocato sul prato nei pressi della casermetta posta in cima al Sabotino, nella parte italiana, dove resterà visibile ovviamente durante il passaggio del Giro d'Italia e fino a lunedì. "Con questa manifestazione intendiamo evidenziare la voglia di collaborazione tra le associazioni di Italia e Slovenia – spiega Alida Pavsic, a nome dei promotori -, la voglia di conoscerci o approfondire le conoscenze per cominciare a lavorare per obbiettivi comuni".

Il programma prevede per le 9 di sabato un sopralluogo con escursione e inaugurazione del sentiero ripristinato sul Sabotino (dove il 15 ottobre si svolgerà la gara "Sabotin mini vertikal"). Alle 11 la presentazione dell'iniziativa e delle associazioni aderenti, e il posizionamento attorno al grande cuore rosa di bandiere e striscioni, con l'accompagnamento del Coro San Mauro. Dalle 20 alle 21, infine, passeggiata con le luci attorno al cuore per creare un effetto visibile anche da lontano. Domenica pomeriggio, invece, a mettere in evidenza il grande cuore rosa del Sabotino durante il passaggio del Giro saranno una trentina di persone che sventoleranno bandiereitaliana e slovene.

Il libro di Fabio Algadeni in via Rastello

Nell'ambito di "Maggio in via Rastello" sabato alle 11 in via Rastello all'angolo con via Monache (o nell'ex negozio Larise in caso di maltempo) si terrà la presentazione del libro "La bc" del goriziano Fabio Algadeni. Grandissimo appassionato di bicicletta, e collezionista di due ruote d'epoca (esposte in queste settimane proprio nelle vetrine di via Rastello), Algadeni ha realizzato quest'opera editoriale così originale coinvoltgendo il giovane fotografo Maris Croatto, che ha immortalato 18 esemplari di bici storiche che sono parte della collezione dell'autore. Oggetti di ricercato design progettati tra il 1973 e il 2012. La presentazione è organizzata dall'Associazione Via Rastello in collaborazione con Autoktona, promotrice della ciclostorica transfrontaliera Collio Brda Classic. A dialogare con Algadeni sarà Monica Paoletich, per Autoktona, e visto che i posti sono limitati nel rispetto delle norme anti Covid, chi volesse assistere è chiamato a inviare l'adesione all'indirizzo mail associazione@viarastello.it specificando nome, cognome e numero di telefono.

Il contest dedicato ai fiori

Sempre in via Rastello sabato sarà anche la giornata del contest promosso ancora dall'associazione Via Rastello e riservato a fioristi e vivaisti, chiamati ad allestire una serie di biciclette recuperate per trasformarle in "fioriere da passeggio". Il tema del contest sarà "La Rosa", pensando al colore simbolo del Giro d'Italia ma anche al fiore tipico del mese di maggio e ai roseti goriziani. Al concorso hanno aderito Fioreria Ursha, Fioeria Flowers, Floricultura Gaggioli, Garden Center, Lilly Flowers, Susigarden, Azienda agricola Floriday, Cooperativa sociale Il Grande Carro, Hartflora e i giardinieri del Verde pubblico del Comune di Gorizia. La giuria sarà composta da Marina Biasutti, Antonella Sandron, Daniela Zanette e Silvana Romano, ma il voto fondamentale sarà anche quello dei commercianti di via Rastello. La premiazione si terrà alle 17, anche in diretta Facebook sulla pagina dell'associazione Via Rastello. Proprio sul social network saranno poi chiamati a votare anche i cittadini, per assegnare un secondo premio, scegliendo la loro "fioreria da passeggio" preferita.

Il programma del venerdì

Ecco infine un riepilogo delle iniziative già annunciate nei giorni scorsi per la giornata di domani, venerdì 21 maggio. Si parte alle 11.30 in municipio, dove la Pro Gorizia presenterà la speciale maglia tutta rosa dedicata all'arrivo del Giro d'Italia, che verrà indossata proprio domenica pomeriggio nell'incontro casalingo con il Portogruaro, valido per il campionato di Eccellenza. Tre maglie, personalizzate nei numeri e nei nomi, saranno donate al sindaco Rodolfo Ziberna, all'assessore allo Sport Stefano Ceretta e al presidente regionale della Figc Ermes Canciani.

Alle 13.30 in piazza Transalpina sarà invece presentata la squadra transfrontaliera che indosserà per Gorizia e Nova Gorica la divisa con le grafiche della Capitale europea della Cultura 2025 nella tappa del Giro-E, la corsa con le biciclette a pedalata assistita che domenica ricalcherà il percorso del Giro d'Italia arrivando al traguardo di piazza Vittoria un paio d'ore prima dei professionisti. In sella una leggenda della mountain bike regionale come Daniele Pontoni, l'ex professionista Andrea Zatti e la pluridecorata Master di mountain bike Samira Todone per Gorizia, l'atleta paralimpico Alen Kobilica, la nazionale slovena di sci Ana Bucik e l'arbitro internazionale di calcio Damir Skomina per Nova Gorica. A margine della presentazione proprio Andrea Zatti, oggi artista conosciuto come Zetaa, consegnerà ai sindaci di Gorizia e Nova Gorica due targhe artistiche da lui realizzate, ispirate alla Capitale della Cultura 2025 e nate in collaborazione con la Fonderia Roldo di Gorizia, dove le opere sono state fuse.

Viabilità alternative al percorso della tappa

Direzione Udine-Grado:
Udine SR352 Palmanova – SR252 dir. Villesse – SP3 (zona industriale Romans-Villesse) - Ingresso A34 dir. Gorizia - SS55 del Vallone direzione Monfalcone – SP19 Grado
Direzione Udine-Gorizia:
Udine SS56 dir. Gorizia – San Giovanni al Natisone - SP50 Medeuzza - SP27 Chiopris – SP6 Versa – SR252 Romans – Villesse ingresso in A34 direzione Gorizia
Direzione Cervignano-Trieste:
Cervignano SS14 – SR351 dir. Villesse – Ingresso A34 direzione Gorizia – SS55 del Vallone dir. Monfalcone – SS14 Trieste
Direzione Cervignano-Grado:
Cervignano SS14 - SR351 direzione Villesse – Ingresso A34 direzione Gorizia – SS55 del Vallone dir. Monfalcone – SP19 Grado.
Direzione Aquileia-Udine:
Aquileia – SP91 – SP68 – SP19 dir. Monfalcone – SS14 – SS55 del Vallone dir. Gorizia - Ingresso A34 dir. Villesse – SP3 (zona industriale Villesse - Romans) – SS252 Palmanova – SR352 Udine.

15Tappa-2

Pre-Filtri

Sono stati individuati i seguenti punti con funzioni di pre-filtro in corrispondenza dei quali dovrà essere consentita la circolazione dei soli veicoli diretti in località che non raggiungano il percorso di gara deviando gli altri verso i percorsi alternativi già indicati:

•    SR352 Var. Rotonda direzione SS14 (comune di Cervignano del Friuli)
•    SR352 Rotonda innesto SS14 (comune di Cervignano del Friuli)
•    SR352 innesto SR351 (comune di Cervignano del Friuli)
•    SS56 innesto SP50 (comune di San Giovanni al Natisone)

Autostrada A4 – Indicazioni per i veicoli diretti a Grado

L’autostrada A23 nel tratto Udine - Palmanova e A4 nel tratto Palmanova – Villesse – Redipuglia/Monfalcone ovest rimane in ogni caso itinerario alternativo suggerito per tutti coloro decidano di utilizzarla.
Per tutti i viaggiatori diretti a Grado, sia provenienti dalla A23 che dalla A4, si consiglia l’uscita presso il casello di Redipuglia/Monfalcone ovest e non presso il casello di Palmanova o di Villesse.
Il casello di Palmanova rimarrà utilizzabile per tutte le destinazioni diverse dal percorso della tappa fino al Comune di Cervignano oltre il quale, in direzione sud ed est la viabilità risulterà interrotta.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Giro d'Italia in Friuli per la tappa da Grado a Gorizia: tutte le informazioni

UdineToday è in caricamento