menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Francesco Guidolin: "Concentrazione, attenzione e dinamicità"

Dopo la sfida con il Bologna i bianconeri imboccano la strada che porta al Bentegodi di Verona per giocare l'anticipo contro il Chievo. La prima domanda rivolta al mister nella conferenza stampa della vigilia riguarda il sistema di gioco con cui l'Udinese scenderà in campo al "Bentegodi"

"Cerco di non fermarmi mai su una singola soluzione - spiega il tecnico di Castelfranco Veneto -. Proviamo diversi moduli proprio per non trovarci impreparati ad ogni eventualità. Ogni sistema dev'essere equilibrato e tenere conto delle caratteristiche dei suoi interpreti".

Cosa ne pensa invece della condizione fisica della squadra?

"Su questo argomento ci siamo confrontati anche nello spogliatoio. Con il Bologna non abbiamo vissuto la nostra migliore giornata. Non ho visto la solita brillantezza, ma a inizio stagione non è facile disporre di tutti i giocatori ad alto livello. Mi auguro di vedere la squadra giocare con maggior intensità e velocità perché incontreremo una squadra che non ci darà tregua da quel punto di vista".

E' ipotizzabile una soluzione tecnica con Maicosuel alle spalle delle punte?

"Il brasiliano sta bene e si vede a occhio nudo che ha vivacità e vitalità. Lo tengo in considerazione, è importante che tutti diano un grande contributo".

Come sta Pereyra?

"Il ragazzo non soffre di alcun problema specifico. Contro il Bologna si sono visti diversi progressi e può esprimersi ancora meglio".

Il Chievo storicamente è una squadra che crea diversi grattacapi alle zebrette. Come pensa di aprirsi i varchi verso la porta gialloblu?

"Tutte le squadre di Serie A creano problemi perché nel nostro campionato ogni compagine è preparata. La prima cosa che chiedo ai ragazzi è di affrontare la gara sullo stesso livello di contrazione, attenzione e dinamicità dei nostri avversari".

Pensa di applicare il turn-over in vista del prossimo impegno infra-settimanale di campionato?

"Sono abituato a pensare a una partita alla volta. Sappiamo che tre giorni dopo sabato torneremo in campo, devo quindi valutare diverse situazioni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento