Sport Rizzi / Piazzale Repubblica Argentina

L'Apu vince anche gara 2, la finale è sempre più vicina: le pagelle

Foulland il migliore, ma anche Giuri, Amato e Italiano hanno giocato alla grande

L’Apu OWW supera Scafati anche in gara 2 al Carnera e con il 2-0 a favore si trova ora nella miglior condizione possibile per agganciare la finale del Tabellone Oro e giocarsi così la promozione al massimo campionato. Se il confronto di domenica è stato vinto in chiave offensiva contro una difesa approssimativa di Scafati, in questa occasione Udine ha dovuto interpretare uno spartito un po’ diverso. E' stata una vera gara da semifinale playoff, fisica e intensa, con difese molto più agguerrite rispetto a gara 1. Il punteggio è stato in equilibrio fino dalla palla a due e nessuno si è impadronito della partita prima della convulsa volatona che ha visto prevalere gli udinesi per 85-79, scarto peraltro dilatato a fil di sirena. Alla fine l’Apu ha vinto per quelli che vengono chiamati dettagli, ma che dettagli non sono. Una palla vagante catturata, due liberi messi nel momento più caldo, un tiro preso senza paura fanno nei playoff tutta la differenza del mondo. Come in gara 1 è stata la zona degli ospiti a creare i problemi maggiori per i bianconeri che nel primo tempo hanno tirato male da 3 (6/18) andando al riposo sotto 41-38. Nella ripresa Udine ha capito la lezione e oltre ad aggiustare la mira dall’arco (6/11) ha cercato con maggior convinzione conclusioni ravvicinate che hanno portato canestri più facili e tiri liberi. Dall’altra parte Scafati rimaneva attaccata alla partita fino al termine grazie al contributo della sua pattuglia di italiani, guidati dai veterani Sergio e Marino. Se Thomas ha dato una mano a sprazzi, Gaines (giocatore dal pedigree importante) invece nei 16 minuti giocati ha fatto più danni della grandine (zero difesa, 0/8 al tiro e 3 perse) e non ci stupiremmo se venisse subito tagliato per il suo atteggiamento di estraneità alla squadra. Ora con due possibili match ball in Campania la band di Boniciolli potrà giocare con serenità le partite che verranno. Ma guai ad abbassare concentrazione e cattiveria agonistica. Scafati rimane un avversario di grande qualità, ferito ma non ancora domato, e che potrà contare di nuovo (almeno in parte) sul fattore campo. Dovrà giocare però con le spalle al muro e resta da capire quale sarà la risposta mentale ed emotiva dei giocatori di Finelli a questa condizione estrema. Da parte nostra siamo decisamente del parere che l’Apu deve chiudere la serie tra venerdì e domenica, l’eventuale bella è una ipotesi tutta da evitare.

Pagelle

APU OWW

D.Johnson  6,5. Ha gli occhi della tigre e stravince il confronto con Gaines,  ritorna protagonista nel finale  (5/11 dal campo e 6/10 dalla lunetta) 
Amato 7. Anche in gara 2 minuti di qualità, sta tornando lui (4/9 da 3 e 2 assist) 
Giuri 7. Rimane il leader riconosciuto, qualche persa di troppo  (3/7 al tiro e 5/6 t.l.)
N.Foulland 7. Il migliore. Presidia i tabelloni (11 rimbalzi) e continua a far legna nonostante i compagni lo cerchino poco. Una bella sorpresa i 4 assist
Antonutti 6. Piedi a terra sugli scarichi è sempre pericoloso poi qualche rimbalzo di esperienza 
Deangeli 5,5. Gioca in avvio 5 minuti poi sparisce dai radar
Pellegrino 6. Replica la buona prestazione di gara 1
Nobile 6,5. Non da protagonista ma fa sempre le cose di cui la squadra ha bisogno (3/3 e 3 rimbalzi)
Italiano 7. Con lui si alzano i ponti levatoi e la difesa si chiude, anche un paio di canestri importanti
Schina n.g. Gioca solo 2 minuti
Mian 5,5. Se un tiratore fa 2/10 non può essere sufficiente anche se si sbatte nella propria metà campo

All. M.Boniciolli 7. Vince anche gara 2 e questa è la prima buona notizia, la seconda è che è stata una vittoria corale. In ogni caso da domani farà sicuramente un ripasso degli attacchi alla zona  

SCAFATI BASKET

C.Thomas 5,5, F.Gaines 3, Sergio 7, Benvenuti 5, Marino 7, Cucci 6, Cervi 5,5, Musso 6, Palumbo 6, Rossato 6,5 

All. A. Finelli  6

Tabellino

APU OLD WILD WEST UDINE – GIVOVA SCAFATI 85-79 (18-16, 38-41, 59-56)

APU OLD WILD WEST UDINE: Johnson 19 punti, Deangeli, Amato 12, Schina 1, Antonutti 13, Agbara ne, Mian 4, Foulland 8, Giuri 12, Nobile 7, Pellegrino 2, Italiano 7. All. Matteo Boniciolli.

GIVOVA SCAFATI: Gaines, Musso 8 punti, Palumbo 8, Marino 14, Thomas 14, Cervi 3, Rossato 12, Sergio 15, Benvenuti, Cucci 5. All. Alessandro Finelli.

Arbitri: Catani, Chersicla, Bartolomeo.
Usciti per cinque falli: Mian e Cucci.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Apu vince anche gara 2, la finale è sempre più vicina: le pagelle

UdineToday è in caricamento