rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Politica

Udine, concorso per vigili urbani: Pittoni chiede di leggere i verbali

Il capogruppo della Lega Nord in Consiglio Comunale chiede di visionare i documenti firmati e contestati dai due esaminatori con le dimissioni

Come eravamo rimasti: la prova orale del concorso per l’assunzione di sei vigili urbani è stata rimandata a data da destinarsi poichè due componenti dell’organo esaminatore si sono dimessi. A deciderlo il presidente della commissione, Sergio Bedessi, comandante della Polizia Locale in scadenza il 16 dicembre (nella foto in alto). 

MARIO PITTONI primo piano-2Sulla questione oggi è tornato Mario Pittoni (nella foto a sinistra), capogruppo della Lega Nord a Palazzo d'Aronco, insoddisfatto delle spiegazioni fornite da Furio Honsell nell'ultimo consiglio. "Il sindaco- dichiara l'ex senatore -renda pubblica la documentazione tecnica redatta dai dirigenti interessati e utilizzata per rispondere alla nostra interpellanza sulle criticità del concorso per vigili urbani". "l primo cittadino – spiega – si dice dispiaciuto che 'si cerchi di screditare il concorso per tenere bloccate le cose'. Sorvolo sul linguaggio offensivo, ma mi pare evidente che sarebbero le irregolarità, se confermate, a screditare il concorso, coinvolgendo la stessa immagine della città. Una sberla che Udine non merita. Se finora tutto si è svolto secondo le regole come dichiarato dal sindaco – attacca Pittoni -, perché si sono dimessi due dei tre componenti della commissione? Vogliamo visionare i verbali, che devono riportare la firma anche dei commissari dimissionari per la fase alla quale hanno partecipato, che poi è quella in cui si sarebbero verificate le irregolarità segnalateci da alcuni concorrenti. Ci interessa in particolare capire come realmente sono andate le cose nella preselezione. In mancanza di risposte – conclude Pittoni - formalizzeremo la richiesta  di accedere alle informazioni e agli atti relativi alla procedura concorsuale ai sensi dell’art. 43 , comma 2 del D. Lgs. 18 agosto 2000, n. 267, secondo il quale i consiglieri "hanno diritto di ottenere dagli uffici tutte le notizie e le informazioni in loro possesso, utili all’espletamento del proprio mandato”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Udine, concorso per vigili urbani: Pittoni chiede di leggere i verbali

UdineToday è in caricamento