Sicurezza Tagliamento, il M5s: “Soluzione condivisa contro rischio esondazione”

I portavoce nazionale, regionale e comunale di Latisana intervengono dopo il rinvio del vertice alla Protezione Civile Nazionale, chiedendo piena consultazione delle forze in campo e riflessione sui reali costi/benefici delle opere da realizzare lungo gli argini del fiume

“Che lo spirito di collegialità prevalga, nella presentazione alla Protezione Civile della Presidenza del Consiglio, delle istanze del nostro territorio legate al rischio esondazione del fiume Tagliamento”. Così hanno esordito stamane i portavoce del Movimento 5 Stelle alla Camera Luca Sut, il regionale Cristian Sergo e la comunale di Latisana (Ud) Loredana Pozzatello, intervenendo in merito al rinvio del vertice previsto per ieri, a Roma, che avrebbe visto al centro del tavolo del Capo Dipartimento, Angelo Borrelli, il problema sicurezza del principale corso d’acqua del Friuli Venezia Giulia.

sicurezza tagliamento, sut, sergo e pozzatello (m5s): “soluzione condivisa contro rischio esondazione”La questione legata al pericolo di uno straripamento del Tagliamento impegna da tempo gli amministratori locali, chiamati a fornire una risposta quanto più efficace e il meno possibile impattante contro l’eventualità di trabocco delle acque. “Ritengo fondamentale – hanno dichiarato gli eletti pentastellati – arrivare a una soluzione condivisa sulle misure preventive da adottare, il cui processo di individuazione non può prescindere dalla piena consultazione delle parti interessate che dovranno giungere a un’efficace proposta di contenimento idraulico, rispettosa del valore ambientale ed espressione della volontà prevalente nei soggetti, istituzionali e civici, interessati dal discorso. Per tale ragione – hanno poi chiosato – abbiamo inteso sensibilizzare nei giorni scorsi la Protezione Civile Nazionale verso l’esigenza di una consultazione di tutte le forze in campo per questa annosa questione".

"Molte di esse - hanno concluso – sono contrarie a opere più volte caldeggiate anche dagli amministratori di Latisana, in quanto tecniche ormai obsolete e dalla dubbia funzionalità, contrastate da buona parte dei sindaci e dei comitati civici del territorio. Le soluzioni alternative ci sono, bisogna trovarle tutt'insieme". Così in una nota, i portavoce nazionale, regionale e comunale (di Latisana) del M5s, Luca Sut, Cristian Sergo e Loredana Pozzatello.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale a Tarcento, la vittima è un 39enne di Majano

  • Mestre, 24enne di Osoppo muore per sospetta overdose

  • A 24 anni apre il primo e unico negozio in regione di alimentazione naturale per cani

  • Razzia di tonno in scatola, fugge dalla Lidl con un bottino di 90 scatolette

  • Incidente mortale sulla Udine-Venezia, raffica di soppressioni e ritardi

  • Riapre il Liberty: nel locale di viale Ledra rivivranno le anime del PiGreco e del Wellington

Torna su
UdineToday è in caricamento