menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il presidente provinciale Pietro Fontanini

Il presidente provinciale Pietro Fontanini

Fontanini: gli osovani ci hanno evitato l'annessione alla Jugoslavia

Il presidente della Provincia di Udine è intervenuto a Ragogna al convegno organizzato dai fazzoletti verdi della Resistenza. Intervenendo nel dibattito ha commentato: "a scuola questa storia va approfondita di più"

“La vostra storia di libertà, come recita lo slogan di questo evento, è diventata la nostra storia di libertà: un grazie speciale a voi che avete assicurato la nostra condizione libera e ci avete permesso di vivere in democrazia, evitando di finire annessi a regimi comunisti totalitari”: queste le parole usate dal Presidente della Provincia di Udine al convegno di amicizia organizzato a Ragogna dagli osovani, un appuntamento che rinnova lo spirito di patriottismo e libertà che ha caratterizzato la missione dell’Associazione Partigiani Osoppo Friuli.

“Non è mai sufficientemente e universalmente riconosciuto il ruolo esercitato dagli Osovani a tutela dei nostri confini: ritengo che ancora troppi pochi ringraziamenti vengano fatti a questi paladini della democrazia. Senza il loro apporto il Friuli sarebbe diventato terra appartenente all’ex Jugoslavia titina che avrebbe ovviamente cancellato ogni segno di distinzione linguistica ed etnica, riducendoci a territorio satellite”.

Secondo il numero uno di Palazzo Belgrado “è necessario che i programmi scolastici delle nostre scuole dedichino più spazio e più approfondimenti alla storia della Osoppo, ancora relegata a scarni passaggi nei manuali quando, invece, per le nostre zone, essa è fondamentale. Mi appello pertanto ai dirigenti scolastici e agli insegnanti di storia affinché integrino i testi scolastici con focus specifici, promuovendo anche visite didattiche ai luoghi connessi all’azione degli osovani e alle lapidi che ricordano le stragi perpetrate a danno di quanti si battevano per assicurarci la libertà”.

Il convegno dell’amicizia si è aperto con la delegazione dell’APO che si è recata al monumento in ricordo della Medaglia d’oro al valor militare Giuseppe De Monte “Livorno” e alla lapide in memoria dei patrioti caduti sulla strada per il Monte di Muris. I partecipanti si sono poi ritrovati attorno al monumento ai caduti in piazza a Ragogna. Poi la commemorazione dei caduti, la deposizione delle corone d’alloro, la santa messa e la cerimonia nell’Auditorium della parrocchia con gli interventi, oltre che del presidente Fontanini, del presidente dell’APO Cesare Marzona, del sindaco di Ragogna Mirco Daffarra e dell’onorevole Manuele Di Centa. A seguire la presentazione del libro L’ultimo 25 aprile di Enrico Mattei scritto da Roberto Tirelli con gli interventi dell’onorevole Renato Farina su Porzûs e del senatore Mario Toros, osovano e già Ministro della Repubblica. Al termine della cerimonia sono stati consegnati medaglie ed attestati ai patrioti osovani di Ragogna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento