menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sottosegretari, delusione per Paolo Coppola: "Ha vinto il lupo"

Nel gruppone di Renzi non c'è il deputato del Partito Democratico, che veniva dato tra i favoriti alla vigilia. Il post, apparso sul suo profilo Facebook e su Twitter, in risposta a chi nei giorni scorsi gli ha augurato "in bocca al lupo". Rammarico anche per la presidente Serracchiani

Paolo Coppola, renziano della prima ora, era in predicato per un posto da sottosegretario nel nuovo governo presieduto dall'ex sindaco di Firenze, ma niente da fare per lui. Su Facebook il commento a caldo, in risposta a chi nei giorni scorsi gli ha lanciato il classico "in bocca al lupo".

Delusione anche per Debora Serracchiani: "L'esclusione del Friuli Venezia Giulia dalla compagine di Governo mi rammarica profondamente". E a commento della lista dei ministri e sottosegretari che completano il Governo Renzi aggiunge: "Nella nostra Regione si sta realizzando un grande sforzo di rinnovamento che per molti versi è anticipatore del programma del nuovo Governo, e quindi avremmo potuto dare un contributo autentico all'Esecutivo nazionale. Siccome la sede di rappresentanza del Friuli Venezia Giulia a Roma è a piazza Colonna, proprio di fronte a Palazzo Chigi, vuol dire che attraverseremo più spesso quella piazza per far valere le nostre buone ragioni".

In tutto l'esecutivo, Renzi avrà 62 membri: oltre ai sedici ministri, ci saranno infatti anche quarantaquattro sottosegretari - nel governo Letta erano quarantasette - di cui nove viceministri - il precedente premier poteva contare su uno in più.

VICEMINISTRI - Economia: Enrico Morand (Pd), Luigi Casero (Ncd) Telecomunicazioni e frequenze: Antonello Giacomelli Esteri: Lapo Pistelli  Interno: Filippo Bubbico Infrastrutture: Riccardo Nencini Sviluppo Economico: Claudio De Vincenti e Carlo Calenda Politiche agricole: Andrea Olivero

SOTTOSEGRETARI - Presidenza del Consiglio: Luca Lotti (Pd) (con delega all’Editoria), Marco Minniti (Pd) (servizi segreti) e Sandro Gozi Lavoro: Teresa Bellanova, Franca Biondelli, Luigi Bobba , Massimo Cassano Infrastrutture: Antonio Gentile, Umberto Del Basso De Caro e Riccardo Nencini Cultura: Francesca Barraciu (Pd) e Ilaria Borletti Buitoni  Coesione territoriale: Vincenzo De Luca (Pd) Sviluppo Economico - Carlo Calenda (Sc), Claudio De Vincenti, Simona Vicari e Antonello Giacomelli Semplificazione e Pubblica amministrazione - Angelo Rughetti (Pd) Ambiente: Silvia Velo (Pd), Barbara Degani Interno: Gianpiero Bocci, Domenico Manzione e Filippo Bubbico Pubblica amministrazione: Angelo Rughetti (Pd) Riforme e rapporti con il Parlamento: Ivan Scalfarotto, Maria Teresa Amici e Luciano Pizzetti Economia e finanze: Pier Paolo Baretta (Pd), Enrico Zanetti (Sc), Giovanni Legnini (Pd), Luigi Casero e Enrico Morando Istruzione: Angela D’Onghia (Pi), Gabriele Toccafondi (Ncd) e Roberto Reggi (Pd) Politiche Agricole Forestali e Alimentari: Andrea Olivero (Pi) e Giuseppe Castiglione (Ncd) Esteri: Benedetto Della Vedova, Mario Giro e Lapo Pistelli Difesa: Domenico Rossi (Pi) e Gioacchino Alfano (Ncd) Giustizia: Enrico Costa (Ncd) e Cosimo Ferri  Affari Regionali: Gianclaudio Bressa Salute: Vito De Filippo

TASI ALL'8 PER MILLE - Il Consiglio dei ministri, nella stessa riunione, ha dato il via libera al nuovo decreto legge Salva Roma - Delrio ha chiarito che "le coperture ci sono" - e ha dato l'ok all'addizionale dell'otto per mille della Tasi, con lo scopo di creare una leva fiscale ai Comuni per le detrazioni sulla prima casa. Il Cdm ha poi approvato il recepimento di una direttiva europea che prevede l’inasprimento delle sanzioni per lo sfruttamento sessuale dei minori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento