menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Roberto Fiore, leader nazionale di Forza Nuova, a una manifestazione

Roberto Fiore, leader nazionale di Forza Nuova, a una manifestazione

Forza Nuova in piazza a Udine: le reazioni di ANPI e Giovani Comunisti

Si avvicina il giorno dell'annunciata manifestazione e iniziano a montare le polemiche. Craighero (Giovani Comunisti): "è uno sfregio alla storia e alla dignità di una città democratica e antifascista"

La manifestazione di Forza Nuova a Udine agita gli animi e produce le prime reazioni. L'ANPI ha fatto sentire la sua voce con un comunicato:

l’ANPI regionale esprime la propria indignazione per l’annunciata manifestazione organizzata da Forza Nuova a Udine per il prossimo venerdì .?L’Italia e l’Europa hanno già conosciuto le terribili pagine della storia segnate dal nazi-fascismo: è inaccettabile che ancora oggi ideologie aberranti vengano proposte come soluzione alle attuali problematiche sociali ed economiche.

?Ricordiamo che l’apologia del fascismo e l’ostentazione delle sue simbologie sono reati perseguiti dalla Legge. ?L’ANPI chiede che tutte le forze democratiche condannino questa iniziativa e riaffermino con forza gli ideali su cui è fondata la nostra Repubblica.? Udine, Medaglia d’Oro della Resistenza, non può essere offesa nella sua coscienza civile.

28 SETTEMBRE: LA MANIFESTAZIONE DI FORZA NUOVA IN CITTA'

Sono intervenuti anche i Giovani Comunisti, per voce del coordinatore provinciale Marco Craighero:

venerdì 28 Settembre a Udine scende in piazza Forza Nuova, con un corteo che partirà da Piazzale D’Annunzio e terminerà in piazza Libertà.
La presenza e il concentramento di nazifascisti in una città Medaglia d’Oro al valor militare per la guerra di Liberazione, è uno sfregio alla storia e alla dignità di una città democratica e antifascista.

Forza Nuova si caratterizza come un’organizzazione politica razzista, sessista, omofoba e antidemocratica che rievoca fantasmi e periodi bui di un passato che non vogliamo riesumare.

Una forza politica che sposta l’attenzione dalle reali cause di una crisi e di una situazione sociale che si vanno aggravando, puntando a creare una guerra tra poveri, mettendo le fasce più deboli le une contro le altre, creando cosi una situazione dalla quale si possono avvantaggiare solo i poteri forti e quella finanza e speculazione che stanno alla radice reale della situazione odierna.

Prendersela con l’immigrato, che subisce tanto quanto l’italiano, gli effetti di un sistema perverso, impedire alle donne di poter disporre del loro corpo, discriminare una persona per i suoi sentimenti e il suo orientamento sessuale, usare la violenza fisica su chi la pensa diversamente da te, sono derive che noi respingiamo con forza e non vogliamo che contaminino la nostra città.

Il nemico non è il migrante o l’omosessuale, il vero nemico è il liberismo, un sistema iniquo che aumenta le disparità economiche e sociali, creando disoccupazione, disgregazione sociale, discriminazione e scaricando le sue crisi solo sugli strati più deboli della popolazione; un sistema di cui il fascismo forzanovista è l’estensione reazionaria estrema e più pericolosa.

Noi non accettiamo chi vuole riproporre pratiche di un ventennio che ha affamato la gente con guerre e violenze, sopprimendo le libertà democratiche e instaurando un clima di terrore.

E appellandoci alla XII Disposizione transitoria e definitiva della Costituzione, alla Legge Scelba del ’52 e alla Legge Mancino del ’93, le quali vietano l’apologia di fascismo e qualsiasi richiamo ad esso, chiediamo alle autorità pubbliche locali di ritirare i permessi vietando tale manifestazione.
Nel ricordo dei valori di pace, solidarietà, democrazia, uguaglianza e tolleranza, che i nostri nonni e i nostri padri hanno ottenuto, arrivando a dare anche la vita per essi, non possiamo accettare chi rigetta questi valori inneggiando a un passato deleterio e rifiutando quella Resistenza che ha donato all’Italia una nuova rinascita.

Se la manifestazione dovesse esser confermata chiediamo a tutte le forze antifasciste e democratiche una mobilitazione contro chi si pone in antitesi ai principi costituzionali su cui si fonda la nostra Repubblica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, in Fvg 267 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento