menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ex caserma Osoppo, per Pirone "scomparsi asilo e area concerti". Michelini: "Si informi meglio"

Botta e risposta tra il capogruppo di Progetto innovare e il vice sindaco. Le accuse e le ragioni dell'Amministrazione comunale

"Dal progetto di recupero dell'ex caserma Osoppo è scomparsa la scuola dell'infanzia, servizio pensato a supporto delle famiglie che andranno ad occupare gli spazi di social housing. Abortito anche lo spazio per i concerti all'aperto, pensato su modello di città dinamiche e attrattive". Le accuse sono di Federico Pirone, capogruppo in Consiglio comunale di Progetto innovare. "Sono alcune delle novità che abbiamo appreso durante il sopralluogo effettuato sul posto, per verificare a che punto siamo con il progetto di riqualificazione di questa importante area della città" spiega il consigliere di minoranza. "I lavori di demolizione sono appena iniziati, a tre anni dall'insediamento di questa giunta e a quattro dall'aggiudicazione dei finanziamenti. Di tutto questo chiederemo conto in consiglio comunale. Sindaco e giunta continuano a sbandierare la Udine del 2050 – chiude Pirone –, ma a mancare è la Udine del presente, che ha bisogno di risposte, di prospettive vere, di speranze".

Michelini

"I lavori di demolizione – controbatte il vice sindaco e assessore ai lavori pubblici Loris Michelini – sono iniziati mesi fa, dopo che gli uffici hanno dovuto rivedere parte del progetto che non teneva conto di parecchie problematiche".

Le criticità

“Sono state ritrovate alcune cisterne militari ed è stato scoperto dell’amianto nelle cucine – spiega Michelini –. In più c’era la necessità di un’azione volta a riscontrare ordigni bellici presenti nel sottosuolo, cosa non prevista dal progetto definitivo a cui fa riferimento Pirone. Poi c’è stata la gara d’appalto ed è partito il cantiere. Tutto era stato costruito in fretta per poter entrare nel contributo ministeriale e gli uffici hanno dovuto rivedere la documentazione nel dettaglio. Poi, come sappiamo, c’è stata la sospensione temporanea da parte del Governo per questioni di bilancio”.

Niente asilo

Sulla questione scuola dell’infanzia Michelini sostiene che “non è vero che la Giunta precedente aveva già deciso sul tema. Era una delle possibilità previste, ma pur ritenendo ideale una nuova struttura del genere nel quartiere è stato valutato che i requisiti vigenti per una scuola (con la necessità di aree adiacenti in continuità, come zone per i giochi e verde pubblico), difficilmente avrebbero potuto essere rispettati".

Area concerti

“Non è vero che è sparita l’area per i concerti all’aperto – chiude Michelini –. Se Pirone dice di aver appreso delle varianti al progetto durante il sopralluogo mi spiace, ma deve informarsi meglio leggendo le delibere, perché è stata data già più di un anno fa ampia pubblicità alla cosa”. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento