La chiamata all'Europa della democratica De Monte in tour con Calenda

Accompagnata dal capolista dei democratici, l'europarlamentare friulana uscente ha richiamato i valori dell'Unione Europea e parlato dei diritti dei cittadini

Isabella De Monte al fianco di Debora Serrcchiani alla manifestazione per i diritti ieri a Trieste

Proseguono i tour dei candidati alle elezioni europee in giro per il Friuli Venezia Giulia. Oggi è stato il turno di Udine per ospitare la candidata del Pd Isabella De Monte, europarlamentare uscente, accompagnata da Carlo Calenda, capolista. I due si sono soffermati soprattutto sui diritti dei cittadini. L'incontro al Contarena è stato aperto da Roberto Pascolat, segretario del Pd provinciale di Udine e da Enzo Martines, segretario del Pd udinese. 

Le dichiarazioni

«Noi siamo quelli che difendono chi lavora, chi studia, chi produce. Loro massacrano i diritti ed esaltano l'incompetenza, rendendoci irrilevanti. Non parleremo come loro alla pancia della gente, ma al cuore», così hanno detto oggi a Udine i due candidati del Pd alle Europee Isabella De Monte e Carlo Calenda,durante l' incontro con i cittadini al caffè Contarena, contrapponendosi agli esponenti di Lega e Cinque Stelle. Secondo De Monte «in Europa conta esserci e fare strategia. È inutile eleggere gente incompetente e fannullona e poi piagnucolare quando a prendere le scelte sono i tedeschi e i francesi. Noi dobbiamo esserci e difendere l'Europa giusta: quella della libertà, della coesione sociale, della dignità del lavoro, della giustizia. Il 26 maggio - ha detto De Monte - saremo davanti a un bivio: Europa sì o Europa no. La battaglia sarà durissima ma dobbiamo vincerla»

Le parole di Calenda

Secondo Calenda, il Partito Democratico difende «l'Italia che lavora, che studia, che produce, che è quella che ha reso grande il Paese. Loro sono quelli dell'assistenzialismo, di Lino Banfi all'Unesco e dell'umiliazione della cultura e del lavoro. Io ne sono certo: non esiste distribuzione di reddito senza distribuzione di conoscenza. La nostra battaglia contro cui vuole difendere il Paese deve essere totale e compatta: io con Zingaretti ho poco in comune ma combattero' con lui spalla spalla. L'Italia deve ritrovare il suo ruolo e difendere la sua identità».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • 10 luoghi particolari per scoprire una Udine insolita, poco conosciuta e bellissima

  • Il miglior frico del Friuli è in un bar della montagna

  • Maltempo a Udine e dintorni: vento, grandine e alberi caduti

  • Alice, Viola e Jenny: le tre bellissime friulane in finale a Miss Mondo

  • Tremendo incidente a Muzzana, coinvolta una famiglia di Carlino

  • Coronavirus, ancora 10 nuovi contagi in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento