menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gigli (Scelta Civica): “in Friuli un assetto antiquato e arrugginito”

Il neurologo crede in una nuova Italia, attenta all'etica della responsabilità e del bene comune. "Sì alle coppie di fatto, no ai figli di coppie gay: è anche una questione psicologica".

Il neurologo Gian Luigi Gigli, famoso per la sua presa di posizione contro i giudici nel caso di Eluana Englaro, ha deciso di candidarsi alle prossime elezioni politiche. Si presenta come capolista di Scelta civica – Con Monti per l'Italia”  alla Camera dei Deputati nella nostra regione. Abbiamo parlato con lui del suo progetto.

Come mai ha deciso di scendere in campo?
Amo profondamente il mio Paese e sono molto preoccupato per il suo futuro, se dovessero essere azzerati gli sforzi che il Presidente Monti ha fatto per evitare che l’Italia cadesse nel baratro e per ridare al Governo italiano dignità e credibilità sul piano internazionale. Per questo quando il Ministro Riccardi mi ha chiesto di guidare la lista «Scelta Civica con Monti» alle elezioni per la Camera dei Deputati, non ho esitato un momento a dare la mia disponibilità. Ora bisogna sperare che l’Italia non ridiventi preda di un bipolarismo che ha dimostrato di non saper governare, alimentando solo le componenti più estreme e favorendo un preoccupante degrado morale della classe politica. Vorremmo ridare credibilità al lavoro per il bene comune.

Tra i valori del movimento a cui lei aderisce vi sono famiglia, lavoro, solidarietà: pensa che la società moderna stia perdendo queste priorità?
Il degrado della politica contribuisce certamente al degrado sociale e viceversa, come in un circolo vizioso. Proprio per questo occorre ricominciare a far crescere un’etica della responsabilità e del bene comune, all’interno della quale vi sia una particolare attenzione alle fasce più fragili della società, in particolare a chi non ha più lavoro o fa fatica a trovarlo, alle famiglie per le quali mettere al mondo un figlio è diventato un lusso, alle tante malattie  croniche che l’allungamento della speranza di vita inevitabilmente comporta. Non ci salveremo con l’individualismo e l’affarismo finanziario, occorre un soprassalto di onestà, di lavoro e di solidarietà.

Quali i nodi da sciogliere a livello regionale?
Se la lista “Scelta Civica con Monti per l’Italia” avrà successo, dal giorno dopo saremo impegnati nelle elezioni di aprile per il rinnovo del nostro Consiglio Regionale, per rompere anche in Friuli un assetto di potere antiquato e arrugginito. Le priorità sono le stesse e non si può pensare di risolverle con le posizioni becere della Lega contro gli immigrati e contro l’Europa.

Qual è la sua posizione sui figli riguardo alle coppie gay?
Io credo nella famiglia fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna, come previsto dall’articolo 29 della Costituzione della Repubblica. Si tratta di una visione civile dell’organizzazione sociale che non riguarda solo chi ha determinate convinzioni religiose. Sono convinto che per le coppie di fatto il riconoscimento di diritti debba procedere di pari passo con l’attribuzione di doveri. Sono, invece, contrario all’adozione di bambini da parte di coppie omosessuali. Sono convinto infatti, anche da un punto di vista psicologico, che i bambini abbiano bisogno di crescere con un padre ed una madre.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, contagi e decessi sono in aumento

social

Il friulano LuTheSinger nudo in Tv per cercare l'anima gemella

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Moto travolge scooter e fa un volo nel campo di 15 metri

  • Cronaca

    Le Frecce Tricolori fanno festa per i loro 60 anni

  • Economia

    Le nuove torri del 5G nascono in Friuli e fanno tendenza in tutto il mondo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento