Lunedì, 14 Giugno 2021
Elezioni

“Europa aquileiensis” sul caso Regeni: «I cittadini giudichino alle urne e i più acerrimi siano i 'nostri' del nordest!»

Durissimo, il leader euroregionalista friulano Travain si appella agli elettori affinché ai seggi puniscano sonoramente chi ha permesso che per ben due anni una famiglia, un popolo e un Paese fossero impunemente dileggiati dai nuovi “Faraoni”d'Egitto. Un particolare sollecito ai cittadini dei territori legati un tempo ad Aquileia: “siano i più irriducibili nel non perdonare lo scempio e il tradimento di un figlio tanto nobile!”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

“I cittadini giudichino alle urne chi ha tradito la patria e l'umanità offese dal mortale oltraggio al valente ricercatore friulano di Fiumicello, nell'agro aquileiese!”. A due anni e un mese dalla tragedia di Giulio Regeni ed in prossimità delle elezioni politiche, il coordinatore del nuovo partito euroregionalista friulano “Europa Aquileiensis”, prof. Alberto Travain, invita la cittadinanza a valutare nel segreto del seggio le forze forze politiche anche in base alla condotta tenuta nel merito della gestione dell'amaro caso: “Quale è stata la posizione di partiti, fazioni, singoli politici, a livello statale, internazionale, locale? C'è stato qualcuno che abbia tentato reiteratamente di difendere il campo della dignità? Quanti hanno, invece, venduto fumo; quanti sciacalli, quanti traditori della patria, del popolo, dell'umanità, hanno anteposto ragion di stato e di tasca a quella suprema dell'onore? Anche su questo ci si divida in occasione delle elezioni! Gli elettori puniscano sonoramente chi ha permesso che per oltre due anni ormai una famiglia, il Friuli e l'Italia fossero impunemente dileggiati dai nuovi 'Faraoni' d'Egitto! Tra le formazioni dell'intero arco politico italiano chi davvero non ha mai mollato la presa e imperterrito continua a difendere il campo? Andando ad indagare, per quanto possibile ed agevole via web, tra documenti, dichiarazioni e comunicati, potrebbe anche essere che non pochi cittadini rimangano delusi dai propri beniamini della politica. Regeni, con la sua caparbia onestà intellettuale e civile, è stato incredibilmente un esempio incarnato dei miti d'integrità morale delle genti del Nordest italico e dell'antica Europa 'aquileiese' ossia di quella Mitteleuropa nata, come quel giovane, dal nobile grembo della Madre Aquileia: siano dunque i cittadini friulani, giuliani, veneti, trentini, tirolesi, i più acerrimi a punire la politica doppia, insensibile o apertamente contraria all'onore e ai sentimenti più sacri di una terra che impunemente s'è vista far scempio di un figlio di tale grandezza d'animo!”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Europa aquileiensis” sul caso Regeni: «I cittadini giudichino alle urne e i più acerrimi siano i 'nostri' del nordest!»

UdineToday è in caricamento