menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Confagricoltura Fvg: "Soddisfatti per il decreto Sistri"

Il presidente dell'associazione, Cressati, ritiene positiva l'idea di esonerare le imprese agricole: "Un segnale positivo di semplificazione burocratica"

Confagricoltura Fvg ha espresso la propria soddisfazione per le decisioni assunte dal ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti, sulla semplificazione degli adempimenti, tenendo conto delle peculiarità del settore agricolo, in relazione al primo decreto attuativo delle disposizioni sul Sistri, il Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti.

"È un risultato di grande importanza – commenta Claudio Cressati, presidente di Confagricoltura Fvg -  che mette in evidenza l'attenzione del ministro, il cui lavoro ha consentito il raggiungimento di questo risultato. L'aver escluso dal Sistri i produttori di rifiuti derivanti da attività agricole e agroindustriali con meno di 10 dipendenti e (indipendentemente dal numero dei dipendenti) gli Enti e le imprese di cui all'art. 2135 del Codice civile che conferiscono i propri rifiuti nell'ambito dei circuiti organizzati di raccolta, è un segnale fortemente positivo".

Secondo Cressatti, "si permette così di proseguire, da una parte nel percorso di semplificazione nella gestione dei rifiuti e, dall'altra, di valorizzare i sistemi virtuosi esistenti, legati al concetto dei circuiti organizzati di raccolta. Il settore agricolo, infatti non si esime dalla tracciabilità dei rifiuti, ma ha necessità che la stessa sia adattata alle esigenze operative dell'attività".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: 9 decessi, calano ricoveri e terapie intensive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento