Eventi

Paolo Morganti nasconde il Graal in Friuli Venezia Giulia

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Esce nelle librerie come strenna natalizia della Morganti editori, ‘Il baratro delle anime’, l’ultimo attesissimo romanzo dello scrittore friulano Paolo Morganti. Denso di riferimenti geografici, storici ed esoterici della regione Friuli Venezia Giulia, lo scrittore confeziona un trascinante romanzo trasformandolo anche in una guida-letteraria, in grado di condurre realmente il lettore nei luoghi in cui si svolge la storia.

In un Friuli e in un’Istria cinquecentesche (siamo nel 1535) teatri di azione e di filosofia, ritornano l’alchimista Martino da Madrisio e pre’ Michele Soravìto. Francesco, figlio dell’alchimista Martino e di Meliga, con la piccola Teofila, sono stati rapiti da mercenari pronti a tutto, che vogliono sapere dove si nasconde Anna, l’eretica. Lo scopo è mettere le mani sul Graal, la sacra reliquia della cristianità, ovvero il Calice in cui Giuseppe d’Arimatea raccolse il sangue del Cristo.

Per ritrovare i bambini, Martino, Mèliga, pre’ Michele, Math lo sciamano celta, Giordana e fra Riccardo Memling, priore dell’ospitale giovannita di Majano, ripartono alla ricerca di Anna. Lei ha lasciato ancora alcune tracce per essere raggiunta, indicando come ultima meta il lontano e sconosciuto villaggio istriano di Cristoglie.

La compagnia capeggiata dall’alchimista parte dalla sede del priorato, prosegue fino a Cividale, fa sosta a Faedis e s’allunga verso l’Adriatico nel misterioso Carso: il villaggio di Basovizza trafitto dalla bora si rivelerà custodire antichi luoghi pagani e sacri luoghi cristiani, fra i quali l’inavvicinabile ‘Baratro delle anime’.

Il cammino non è ancora finito: Duino, le foci del fiume Timavo, la chiesa di San Giovanni in Tuba e l’istriana Cristoglie sono le mete successive. Il viaggio si rivelerà pericoloso. Non si tratterà solo di salvare la vita dei bambini e della donna, ma nel delicato momento della Riforma luterana e dell’imminente Controriforma, tutti loro saranno invitati ad accettare la sopravvivenza di credenze e riti in odore d’eresia, e l’esistenza di luoghi ed oggetti dotati di enorme potere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paolo Morganti nasconde il Graal in Friuli Venezia Giulia

UdineToday è in caricamento