Successo alle porte per la prima del progetto "Aliante"

A conclusione del percorso formativo legato alla crescita personale dei giovani è in programma un ultimo appuntamento per far vivere e rivivere ciò che si è svolto durante questi mesi e lanciare un nuovo progetto

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Per celebrare il successo di Aliante, percorso di studio e di sviluppo delle abilità personali dedicato ai giovani dai 17 ai 29 anni (promosso dall'Associazione Vitae ONLUS, in collaborazione con il Centro Studi Podresca, con il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, il patrocinio del Comune di Prepotto e del Club UNESCO di Udine), nella serata di sabato 2 febbraio alle ore 18 presso il Centro Studi Podresca verrà inaugurata una mostra fotografica con la presentazione dei video e delle interviste realizzati dai ragazzi che hanno partecipato al progetto. Inoltre, sulla scia del successo ottenuto, verrà presentata una nuova iniziativa rivolta ai giovani dal titolo "Noi più" che si svolgerà nei prossimi mesi grazie al contributo regionale e di alcune scuole superiori.

Il progetto denominato "Aliante, volare nella vita" si è sviluppato nell'arco di questi ultimi 6 mesi, durante i fine settimana, articolandosi in 6 diversi corsi di studio a partecipazione gratuita. Questi percorsi sono stati tenuti dai docenti dell'associazione Vitae ONLUS (psicologi, ricercatori, animatori) coadiuvati da un team di volontari, ed hanno trattato temi quali: Le mie scelte, Le mie relazioni, La sessualità ed il corteggiamento, Il mio stile di vita, La mia crescita, La mia espressione, La mia creatività.

L'obiettivo alla base della sua realizzazione era offrire ai giovani una formazione innovativa nel campo delle abilità della persona e delle capacità di instaurare relazioni positive e durature con gli altri cercando di contrastare l'insieme delle problematiche che minacciano la loro quotidianità: abuso di fumo, alcolici, sostanze, bullismo, abbandono scolastico, confusione sessuale e difficoltà di inserimento nel mondo del lavoro. La missione può essere sintetizzata quindi nel volerli aiutare ad acquisire una nuova maturità sul piano umano e creare una rete di relazioni di reciproco sostegno. Quest'attività di ricerca personale e relazionale ad opera del Centro Studi Podresca viene applicata in progetti tematici regionali ma è stata anche apprezzata in convegni europei. Inoltre vanta il primato dell'aver introdotto lo studio delle abilità di relazione a scuola con il progetto "Costruire Relazioni" realizzato con il contributo e il patrocinio della Regione Veneto. Per il suo valore innovativo è stata illustrata all'Expert Group Meeting tenutosi a Bruxelles (6 - 9 giugno 2012) promosso dalla Federazione Internazionale per lo Sviluppo della Famiglia e dedicato alla preparazione dell'Anno Internazionale della Famiglia dell'ONU.

L'iniziativa in oggetto ha registrato 230 presenze tra giovani e tre classi quarte della scuola secondaria di secondo grado "N. Copernico" di Udine (che hanno approfondito i temi "Il ciclo di comunicazione completo" e "L'abilità di scegliere" attraverso brevi lezioni, esercizi di comunicazione e condivisioni in gruppo). Il progetto si è concluso con l'elaborazione di un video, il quale verrà presentato durante la serata di sabato 2 febbraio, appuntamento finale (libero ed aperto al pubblico) dedicato alla festa per celebrare il primo successo ottenuto dalla cooperazione di diverse realtà del territorio friulano. In seguito i lavori realizzati dai ragazzi verranno presentati in una mostra itinerante presso alcune scuole superiori della regione per sensibilizzare ed informare il numero più elevato di giovani possibile circa il progetto.

I più letti
Torna su
UdineToday è in caricamento