La malastoria, il cattivo passato alla festa dei Santi, nel giorno dei morti

Sono i giorni dei ricordi, dei nostri morti, di tutti i morti, di tutti i soldati morti nelle guerre. La Malastoria è un libro che parla di delitti, infamie, tragedie, disgrazie e miserie, in secoli di storia di tanti paesi del basso Friuli. Sarà presentato venerdì 2, alle 17.30, nell' ambito della Festa dei Santi di Rivignano, nella sala consiliare del Municipio. E' un appuntamento quasi dovuto con una festa che mescola la morte e la vita per farne un dolce rendez-vous fra il mesto ricordo e lo sfrenato divertimento, rigorosamente in salsa friulana. La Malastoria non è un romanzo, è cronaca di secoli di storia ed è quasi un affronto alla vita di oggi, come sempre tribolata, ma certamente più panciuta e pacifica. E' un libro che in oltre trecento pagine, ne racconta di tutti i colori, tanto da far perfino divertire, almeno in certe occasioni. Insomma, questo ponderoso volume, scritto a più mani e coinvolgente una zona ampia del Friuli basso, può fare bella mostra di sé, dentro la Festa dei Santi. Tanto da promuoversi dentro un' idea-pacchetto: pomeriggio con il libro La Malastoria, cena fra mille proposte, Festival della Canzone Funebre. Una giornatona.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • "Predis, la nazione negata", debutto in Tv per il docufilm sui preti friulani

    • Gratis
    • dal 12 al 26 gennaio 2021
    • Rai3 bis canale 103 del digitale terrestre
  • Dino Park Udine, lo spettacolo dei dinosauri dal vivo

    • dal 1 agosto 2020 al 1 febbraio 2021
    • Centro commerciale Città Fiera
  • "Fila a teatro": riparte la rassegna per adulti e ragazzi tra storia, grandi classici, commedia dell'arte e narrazione

    • Gratis
    • dal 19 settembre 2020 al 28 febbraio 2021
  • L'omaggio di Tarcento a Zanussi, vero e proprio laboratorio di inclusione sociale

    • Gratis
    • dal 19 dicembre 2020 al 31 gennaio 2021
    • Allestimento in Sala Margherita - visite virtuali online
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    UdineToday è in caricamento