#iosonoMecenate, prossimo protagonista Massimo Somaglino

Appuntamento giovedì 16 aprile con la diretta Facebook sulla pagina del Css di Udine. Somaglino leggerà "Caterina che per otto anni vestì abiti da uomo"

@Massimo Somaglino - foto di Aghite Pavan

Per la quindicesima puntata di #iosonoMecenate, protagonista sarà l'attore, autore e regista teatrale Massimo Somaglino. La diretta è in programma per giovedì 16 aprile alle 21 sulla pagina Facebook del Css Teatro stabile di innovazione del Fvg.

La donazione

Per l'occasione, Somaglino ha deciso di donare l'apporto dei mecenati al progetto Zerotolerance del comune di Udine, sportello d'ascolto per le donne vittime di violenza.

La puntata

Giovedì sera, l'attore leggerà "Caterina che per otto anni vestì abiti da uomo", testo che trae ispirazione dalla vera storia di Caterina Vizzani, una giovane fanciulla vissuta nel Settecento e protagonista coraggiosa di una modernità che sembra essere contemporanea.

Le origini

La sua vicenda è giunta a noi grazie alla Relazione Anatomica del chirurgo notomista Giovanni Bianchi che effettuò l’autopsia sul corpo della sventurata, registrata con l’identità maschile di Giovanni Bordoni. Solo dopo la morte venne svelato il suo mistero. Per ben otto anni, la giovane visse da uomo, senza essere mai riconosciuta mai svelata né tradita in questa sua scelta. A seguito di questa scoperta, il medico compì una approfondita ricerca sulla breve biografia della giovane per capire chi realmente fosse la donna che “si fingeva uomo”.

Lo spettacolo

Nella drammaturgia ideata da Massimo Somaglino - direttore artistico del Teatro Club -, che trae origine dalla relazione anatomica, l'artista immagina che il medico che tiene la conferenza, il professor Giovanni Bianchi, sia in realtà anch'egli una donna, costretta a travestirsi da uomo per poter perseguire i suoi desideri di studio e di conoscenza. Il racconto della biografia della giovane Caterina diventa pretesto per perorare (con cautela e timore talvolta, sfacciatamente e con foga talaltra) la causa femminile in una società accademica patriarcale ed esclusivamente maschile. Il testo si addentra in questioni estremamente attuali ancora oggi, la difesa di una identità femminile in un ambiente ostile, la sessualità e le questioni legate al rapporto maschile – femminile, il potere patriarcale, il rispetto dell’identità e dell’unicità di ciascuno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come funziona

Gli spettatori digitali di #iorestoacasa con … possono seguire gratuitamente i video degli artisti e diventare mecenate in qualsiasi momento (il contenuto delle dirette infatti resta poi visibile su Facebook e sul sito cssudine.it) grazie allo strumento dell’Art bonus predisposto dal MiBACT Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo. Quanto raccolto tramite l’erogazione liberale dei cittadini verrà destinato, assieme al cachet corrisposto dal CSS, interamente agli artisti. L’Art bonus consente infatti a soggetti privati o ad aziende di effettuare erogazioni liberali in denaro per il sostegno alla cultura e, al tempo stesso, di godere di importanti benefici fiscali sotto forma di credito di imposta. Il donatore (se lo desidera) entrerà nell’elenco dei Mecenati per l’Arte e la Cultura pubblicato sul sito Art bonus.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il ristorante non vuole chiudere e garantisce posti letto a prezzi stracciati

  • Coronavirus, 334 contagi e tre morti: c'è anche una donna di 41 anni

  • È una caffetteria friulana il miglior bar d'Italia per Gambero Rosso 2020

  • Fedriga e l'allarme Dpcm: "Spariranno migliaia di attività economiche"

  • Caffè, brioche, aperitivo e pizza tutto sullo stesso tavolo: la singolare protesta di un ristoratore udinese

  • Coronavirus, oltre 500 contagi in regione, 4 morti a Udine

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento