menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Gianpaolo Scognamiglio/Fotoimmaginae

Foto Gianpaolo Scognamiglio/Fotoimmaginae

Friuli Doc, Venanzi: «Questa è stata l'edizione della svolta»

Per l'assessore alle Attività Produttive e al Turismo l'edizione 2015 ha segnato definitivamente il progresso della manifestazione verso «l'educazione del pubblico alle eccellenze della nostra regione»

Friuli Doc verso la giusta direzione. È questo il messaggio dell’edizione 2015 secondo l’assessore alle Attività Produttive e al Turismo Alessandro Venanzi. «Questa – commenta soddisfatto – è stata l'edizione della svolta di Friuli Doc. L'impronta coraggiosa che abbiamo deciso di imprimere lo scorso anno, infatti, ha ricevuto in questi giorni la gratificazione del grande pubblico. Quello che a noi interessa, comunque – tiene a precisare Venanzi –, non è tanto contare la partecipazione in termini numerici, ma far parlare di noi, educare il pubblico a degustare i nostri prodotti e informarlo sulle eccellenze dell'intera regione. È un vero orgoglio per città di Udine, infatti, poter essere il palcoscenico dell'enogastronomia del Friuli Venezia Giulia. Aver ottenuto questo risultato, dunque, ci fa ben sperare per il futuro anche se – conclude – vogliamo che questo non sia un punto di arrivo, ma per una nuova partenza».

Sabato - giornata clou della manifestazione - si è registrato il “pienone” in tutto il centro storico. Un vero e proprio “sold out” che ha letteralmente riempito piazza Libertà per il concerto-spettacolo conclusivo della penultima giornata. Circa 10 mila persone, infatti, si sono accalcate per assistere allo show tra musica, trasformismi e videproiezioni di Michele Tomatis in arte “Mt” e ballare insieme a lui.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento