menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Friuli Doc 2020, niente vip ma personale sanitario come testimonial: le novità

La scelta della Giunta Fontanini per ringraziare chi ha affrontato in prima line la battaglia contro il Covid 19

Una grande festa pensata per i cittadini della nostra regione e del capoluogo friulano, da vivere in totale sicurezza e con numeri che saranno certamente inferiori rispetto alle passate edizioni. Nonostante il Covid 19, Friuli Doc tornerà ad animare le piazze della città di Udine dal 10 al 13 settembre.

Presenze

Lo farà registrando già in partenza un calo degli espositori che si aggira, secondo le prime stime, tra il 30 e il 40 %, con un unico obiettivo: quello di dare nuovo ossigeno agli esercenti e ai commercianti della città di Udine. Una edizione della kermesse fatta dai friulani per i friulani: nessuno stand, infatti, arriverà dalle vicine Austria e Slovenia. Per incentivare la partecipazione da parte delle attività del centro storico, l'Amministrazione comunale ha deciso di permettere l'occupazione degli spazi esterni da parte degli esercenti a titolo gratuito, mentre per tutti gli altri è previsto uno sconto sulla tariffa di partecipazione del 20%.

Conferme

Non mancheranno i chioschi che offriranno solo il meglio della gastronomia locale, confermati per esempio le Pro Loco in Castello, ma anche il Tarvisiano e i prodotti di Sauris, a cui si affiancheranno stand pronti ad accogliere i lavori degli artigiani locali. 

Sotto le stelle

Se Friuli Doc rallegrerà le principali piazze cittadine, ad animare le vie – inclusi Borgo Aquileia e Grazzano – sarà l'iniziativa "Udine sotto le stelle" che proseguirà anche nei giorni della kermesse enogastronomica. A Udine si vivrà così l'atmosfera di una grande festa dove non mancherà però la sicurezza. La Giunta, e nello specifico l'assessore responsabile dei grandi eventi Maurizio Franz, ha annunciato la presenza di misuratori di temperatura e l'obbligo di servizio al tavolo, misura indispensabile per evitare possibili assembramenti.

Testimonial

Infine, per l'edizione 2020 non ci sarà una madrina: al taglio del nastro saranno invitati alcuni operatori sanitari che hanno affrontato in prima linea la lotta contro il Covid 19. Un gesto per ringraziarli di quanto fatto in questi lunghi mesi di emergenza sanitaria. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, quasi 700 contagi e 26 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento