menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

25 aprile a Udine, il programma della Festa della Liberazione

Il corteo partirà come sempre da piazza Primo Maggio, tappa in piazza libertà e conclusione in piazzale XXVI Luglio

La giornata di festa segna quest'anno il 71° anniversario dalla Liberazione. L’iniziativa, come sempre organizzata dal Comitato per la difesa dell’ordine democratico e delle istituzioni repubblicane, presieduto dal sindaco di Udine, inizierà alle 9.45 con il ritrovo dei partecipanti in piazza Primo Maggio. Quindi il corteo si muoverà, con l'accompagnamento della Nuova Banda di Orzano e della Banda Mandamentale di Cervignano del Friuli, da Giardin Grande, passando per via della Vittoria, via Giovanni da Udine, Riva Bartolini, piazzetta Marconi, via Mercatovecchio, fino a piazza Libertà.

Alle 10.30 sul terrapieno della piazza ci sarà l’alzabandiera e la deposizione della corona al Tempietto dei Caduti. La cerimonia inizierà con il discorso del sindaco di Udine, Furio Honsell. Come da tradizione, si proseguirà poi con la lettura delle motivazioni del conferimento della medaglia al valor militare. Per la città di Cividale parlerà la studentessa Letizia Gargiulo, per Tolmezzo lo studente Tommaso Brollo, per Udine la studentessa Elisa Mazzolo. Seguiranno poi gli interventi della studentessa Caterina Luzzi Conti e del rappresentante sindacale Ferdinando Ceschia, che porterà la voce dei lavoratori.

Alle 11.30, quindi, il corteo si muoverà da piazza Libertà, percorrendo via Cavour e via Poscolle, e raggiungerà piazzale XXVI Luglio per la deposizione della corona al Monumento della Resistenza, dove anche quest'anno il programma è particolarmente ricco. Ad alternare diverse letture sul tema della Resistenza, sotto il monumento di Valle, saranno infatti i bambini del Consiglio Comunale dei Ragazzi e i ragazzi del Palio Teatrale Studentesco. A loro si aggiungeranno anche i canti intonati dal Coro Popolare della Resistenza con Marinelli Gospel Choir e il Coro del liceo Stellini. 

Al termine della cerimonia una delegazione ufficiale depositerà come gli anni scorsi una corona anche al cimitero britannico di Tavagnacco. L’arrivo previsto al campo dedicato ai caduti del Commonwealth durante la Seconda Guerra Mondiale è per le ore 12.45 circa.

SERRACCHIANI, «NON CI SIANO DIVISIONI». Il commento della presidente della Regione Serracchiani. «Dobbiamo conservare la consapevolezza che il privilegio della libertà, che oggi portiamo come un abito, ci viene consegnato da scelte di individui come noi, singole donne e uomini che hanno preferito mettere a rischio la vita anziché sopportare violenza, sopruso e ingiustizia. Furono spesso giovani, ma non furono mai incoscienti, portando in loro valori fondamentali per sempre e per tutti. Di fronte a questo sacrificio non ci sia divisione, non si mantenga riserva, prima di tutto si renda l'onore a chi prese le armi per cacciare l'occupante nazista e debellare il fascismo. La nostra Liberazione è parte di un movimento che coinvolse e diede nuovo animo e più alti ideali a tutta l'Europa. Non dimentichiamocene oggi, mentre in tante parti del continente vediamo Governi e cittadini ripiegati su se stessi e incerti sul valore di una libertà rara come quella di spostarsi senza barriere»

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento