Dall'eruzione del Tambora gli effetti de la “Grande carestia del 1813-1817 in Friuli”

Mercoledì 21 febbraio alle 18 alla Joppi per “Dialoghi in biblioteca” la presentazione del volume dello storico Marco Monte. Il libro analizza per la prima volta la crisi che coinvolse l'intero pianeta, Friuli compreso, successivamente all'eruzione di uno dei più pericolosi vulcani al mondo

"L'ultima grande crisi di sussistenza del mondo occidentale", così la definì lo storico John Post. Stiamo parlando degli effetti che l'intero pianeta ebbe successivamente all'eruzione del vulcano indonesiano Tambora, il secondo al mondo per indice di esplosività, che eruttò nel 1815 provocando  conseguenze in tutto il pianeta. Friuli compreso. Ed è proprio alla “Grande carestia del 1813-1817 in Friuli. L’ultima grande crisi di sussistenza del mondo occidentale” che lo studioso di storia sociale e della sanità in età preindustriale Marco Monte ha dedicato il suo ultimo libro, edito l'anno scorso da Gaspari. Il volume sarà presentato mercoledì 21 febbraio alle 18 in Sala Corgnali nel prossimo appuntamento di “Dialoghi in biblioteca”. A dialogare, per l'incontro come sempre organizzato dalla biblioteca comunale “Joppi” con l'autore saranno Ivana Battaglia e Aldevis Tibaldi.

Alla carestia causata dall'eruzione del vulcano, che colpì una buona parte del pianeta negli anni 1816-1817, la storiografia italiana, a differenza di quella di altri Paesi, ha prodotto una serie limitata di studi. Questo, dunque, è il primo libro, che si avvale di una prefazione dello storico Gianni Oliva, che documenta gli effetti di tale accadimento in Friuli.  Il risultato è che l'intera regione fu vittima di una catastrofe demografica di tale portata che neppure le due guerre mondiali sommate assieme sono riuscite ad eguagliare. Il racconto di questo evento epocale prende l’avvio dai registri parrocchiali e passa ad analizzare i movimenti demografici di 170 paesi dell’Italia del Nord Est in un racconto che porta il lettore a una piena consapevolezza della vicenda storica che segnò l'Ottocento, soprattutto dell'emigrazione.

Marco Monte, storico, studioso di storia sociale e della sanità in età preindustriale, ha pubblicato numerose monografie sul prestito usurario, su ribellioni contadine, morbi epidemici, malattie sociali e sanità civile e militare durante la prima guerra mondiale. Dopo “A peste, fame et bello” e “Il secolo malato” (presentato alla “Joppi” alla sua uscita) questo è il libro dedicato ai ceti marginali, suo principale impegno storiografico.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

I più visti

  • Tiziano Ferro e Cesare Cremonini in concerto a Lignano, l'annuncio del grande ritorno

    • 30 maggio 2020
    • Stadio "Teghil"
  • Tiziano Ferro porta il suo "TZN 2020" a Lignano Sabbiadoro

    • 30 maggio 2020
    • Stadio Teghil
  • "Bluewater", il film girato a Cividale esce su Vimeo

    • dal 22 marzo 2020 al 22 marzo 2021
  • Angelo Branduardi: il cantautore, violinista e polistrumentalista in concerto al Giovanni da Udine

    • 30 maggio 2020
    • Teatro Nuovo Giovanni da Udine
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    UdineToday è in caricamento