Eventi Centro / Via Tarcisio Petracco, 8

"Il linguaggio ampio nella comunicazione": un corso per un'informazione inclusiva

Il primo corso di formazione rivolto a giornalistз proposto da FVG Pride e accreditato presso l’Ordine dei Giornalisti del Friuli Venezia Giulia

Fvg Pride e Ordine dei giornalisti del Friuli Venezia Giulia insieme per un incontro sul linguaggio inclusivo: l'evento è inserito nella Pride Week, che porta alla parata conclusiva di sabato 4 settembre.

Ludwig Wittgenstein, uno dei maggiori logici e filosofi del secolo scorso, scrisse che «i limiti del linguaggio sono i limiti del mio mondo». È partendo da questa premessa che FVG Pride, quest’anno, ha voluto dedicare un ciclo di incontri specificamente dedicati alla lingua italiana e al modo in cui ciascuno di noi può adoperare quotidianamente il linguaggio per creare un ambiente sano e dove ognun? possa essere a proprio agio.

Dopo l’incontro con la linguista Vera Gheno sull’utilizzo della schwa (?) come proposta per un italiano rispettoso delle differenze di genere e un approfondimento sulla traduzione transfemminista tenuto dalla prof.ssa Deborah Saidero, docente presso l’Università degli Studi di Udine, il percorso di riflessione sulla lingua proposto da FVG Pride culmina il 1° settembre col corso di formazione «Il linguaggio ampio nella comunicazione».

Il corso

Il corso è stato organizzato dall’Ordine dei Giornalisti del Friuli Venezia Giulia in stretto contatto con FVG Pride e l’Associazione Studentesca Universitaria Iris, l’associazione LGBTQIA+ dell’Università degli Studi di Udine. Ha, inoltre, il patrocinio di entrambi gli atenei regionali. Il corso è rivolto a giornalist? iscritte all’Ordine e conferisce all? professionist? iscritt? regolarmente tramite la piattaforma Sigef e presenti in aula 6 crediti formativi deontologici. L’obiettivo del corso è mostrare quali sono le buone prassi e le regole da rispettare quando si comunica un’informazione riguardante una minoranza discriminata, con particolare riguardo alla comunità LGBTQIA+, facendo chiarezza sull’identità sessuale e sugli effetti nocivi che un utilizzo improprio della lingua ha su una popolazione soggetta a stigma. Il corso si svolgerà mercoledì 1 setttembre, dalle ore 9, in Sala Gusmani, presso Palazzo Antonini, via Petracco 8, Udine.

Il contenuto

Il contenuto è articolato in tre parti, a cura di tre divers? relator?. La prima parte è tenuta dalla dott.ssa Margherita Bottino, psicologa e responsabile scientifica dell’Associazione A scuola per conoscerci, la quale introdurrà uno dei modelli dell’identità sessuale più accreditati nella letteratura scientifica. Seguirà la relazione della prof.ssa Fabiana Fusco, ordinaria di Linguistica educativa e Teoria e storia della traduzione presso l’Università degli studi di Udine, che darà una definizione di «linguaggio ampio» e mostrerà la sua importanza nella tutela delle minoranze discriminate. Chiuderà l’incontro Stefano Zucchini, giornalista e membro del Direttivo Nazionale dell’associazione Famiglie Arcobaleno di cui è anche ufficio stampa, che illustrerà le buone prassi di comunicazione servendosi dell’aiuto di esempi concreti tratti dalle recenti cronache.

Tutto il corso sarà registrato e trasmesso in streaming sulla pagina Facebook di FVG Pride e sul canale YouTube dell’associazione.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il linguaggio ampio nella comunicazione": un corso per un'informazione inclusiva

UdineToday è in caricamento