"Carmina Burana", venerdì 23 agosto a lignano con i filarmonici friulani

Dopo il debutto a Gemona e il Sold out in Castello a Udine, la terza e ultima data con i “Carmina Burana” di C. Orff nell’estate friulana sarà questo venerdì, 23 agosto, alle ore 21.15 nel Duomo di Lignano Sabbiadoro. Sul palco più di 150 musicisti e cantanti con l’Orchestra giovanile Filarmonici Friulani, il Coro del Friuli Venezia Giulia, il Coro di Voci Bianche Artemìa sotto la direzione del M° Igor Vlajnić

Una serata da non perdere per gli appassionati di musica questo venerdì a Lignano Sabbiadoro con i “Carmina Burana” di Carl Orff, celebre cantata scenica profana dal grande impatto visivo e sonoro. A portare i 24 brani per orchestra, cori e voci soliste anche nel duomo del centro balneare è una fortunata unione di realtà musicali della Regione con il supporto del Comune di Lignano: l’Orchestra giovanile Filarmonici Friulani, il Coro del Friuli Venezia Giulia preparato dal M° Cristiano Dell’Oste, il Coro di Voci Bianche Artemia di Torviscosa preparato dal M° Denis Monte, il soprano Laura Ulloa, il tenore Fabio Cassisi e il baritono Hao Wang. A dirigere la produzione è il M° Igor Vlajnić, giovane direttore classe 1984, direttore principale al Teatro Nazionale Croato di Rijeka.

Conosciuti in tutto il mondo, i “Carmina Burana” sono oggi il modello e l’archetipo della maggior parte delle rappresentazioni musicali del Medioevo dalle colonne sonore cinematografiche agli eventi d’ispirazione storica. Orff è riuscito, con la sua musica e utilizzando i testi originali, a creare un’ambientazione pseudo medievale che riprende tutti i topoi più noti del tempo. In un’ora di musica e canto si passa dal sacro al profano, dal canto d’amore alla goliardica spensieratezza della taverna, sempre sotto lo sguardo vigile della sorte, O Fortuna, “che sempre discende e sale governando le sorti del mondo”. Di fatto, tutto ciò che oggi associamo al Medioevo dal punto di vista musicale è, in qualche modo, connesso ai “Carmina Burana” e alla potente suggestione che sono capaci di creare.

Il concerto chiude un percorso partito lo scorso 8 giugno a Gemona del Friuli che ha toccato il Castello di Udine l’11 luglio scorso e dà ufficialmente avvio alla stagione diffusa dei Filarmonici Friulani dal titolo “Metamorphosis”. Soddisfatto il presidente dell’ensemble Gabriele Bressan: “Non poteva iniziare meglio questo percorso che segna la nostra metamorfosi come realtà musicale. Proprio in questi giorni l’orchestra compie 4 anni e il nostro obiettivo è rendere l’attività più stabile, proponendo programmi musicali per orchestra su tutto il territorio regionale e rafforzando il coinvolgimento dei giovani musicisti a cui viene proposta una concreta opportunità di lavoro e, contemporaneamente, occasione di formazione d’alto livello”. Il prossimo appuntamento della stagione è, infatti, il concerto conclusivo della masterclass con il M° Marco Fiorini che si svolgerà domenica 15 settembre al Teatro della Corte di Osoppo.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • I“Maestri” in mostra a Illegio 

    • dal 12 maggio al 6 ottobre 2019
  • A Illegio è l'anno dei "Maestri": c'è anche Picasso

    • dal 12 maggio al 6 ottobre 2019
    • Casa delle esposizioni
  • Alla scoperta del bunker sotto il castello di Udine grazie alla mostra After Hiroshima

    • Gratis
    • dal 21 al 22 settembre 2019
    • Rifugio antiaereo - bunker del Castello di Udine
  • Castelli aperti in Friuli: l'elenco completo dei manieri visitabili

    • dal 5 al 6 ottobre 2019
Torna su
UdineToday è in caricamento