Adottare un animale dello zoo? Ora si può grazie al Punta Verde di Lignano

Viste le tante difficoltà causate dal lungo lockdown, il parco zoo di Lignano Sabbiadoro ha deciso di lanciare l'iniziativa "Adotta una specie": chiunque potrà prendersi cura degli animali simbolo ospitati

"Adotta una specie" è la nuova iniziativa del parco zoo Punta Verde di Lignano Sabbiadoro che consente di adottare simbolicamente un animale presente nel parco e quindi sostenere la struttura affinché continui a garantire le migliori cure e le attenzioni verso gli animali: dal nutrimento ai trattamenti clinici, dal training alla ricerca, dalle pulizie agli arricchimenti.

L'iniziativa

Tra gli animali che si possono adottare, troviamo la tigre siberiana, il panda rosso e la giraffa, ma anche il leopardo delle nevi e il fenicottero europeo. L'adozione, poi, offre la possibilità di ricevere un kit composto da un biglietto d'ingresso per la stagione 2020, un infopack con all’interno tutti gli approfondimenti riguardo le diverse specie animali e il certificato di adozione personalizzato con il nome del “genitore adottivo” valido per un anno.

Come fare

Se si vuole aderire all'iniziativa, viene richiesto un contributo di 50 euro, fondo che sarà utilizzato poi esclusivamente per le cure quotidiane del proprio animale.

Parco Zoo Punta Verde Kajal-3

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Difficoltà

“La prolungata chiusura e la mancanza di visitatori e studenti nei mesi di maggior afflusso ha messo in seria difficoltà la nostra struttura - dichiara il direttore Maria Rodeano - e quindi abbiamo pensato di proporre questa simpatica iniziativa per cercare nuovi aiuti a sostegno delle tante spese che dobbiamo affrontare per mantenere il benessere dei nostri animali che richiedono sempre un grande impegno quotidiano da parte di keeper, veterinari, educatori, personale scientifico, manutentori e giardinieri”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Slovenia chiude nuovamente il confine con l'Italia, anche il Fvg è considerato zona rossa

  • Il ristorante non vuole chiudere e garantisce posti letto a prezzi stracciati

  • Covid 19: quattordicenne ricoverato a Udine in Medicina d'urgenza

  • Coronavirus, 334 contagi e tre morti: c'è anche una donna di 41 anni

  • Coronavirus, positivi alla Quiete, in ospedale a Palmanova, Udine e San Daniele

  • Fedriga e l'allarme Dpcm: "Spariranno migliaia di attività economiche"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento