menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gabbianelli e Gilliot

Gabbianelli e Gilliot

L'azienda friulana Mangiarotti passa alla Toshiba: nuovi scenari in arrivo?

Il colosso giapponese ha rilevato il 70 per cento delle partecipazioni: i 320 dipendenti di Sedegliano e Monfalcone sono, per ora, al sicuro. Obiettivo: espansione all'estero e investimenti

La friulana Mangiarotti, azienda che produce componenti per l'industria nucleare, petrolifera e gasiera con sede a Monfalcone e Sedegliano, passa ai giapponesi della Toshiba.

L'accordo è stato formalizzato e annunciato in una conferenza stampa dal direttore generale Josselin Gillot e dal presidente del Cda Richard Gabbianelli: il 70 per cento delle partecipazioni passa alla Toshiba e il 30 per cento rimane sotto il controllo della Westinghouse Electric Company LLC, già appartenente al gruppo giapponese e già proprietaria delle azioni dallo scorso settembre.

Che cosa succederà ora? Secondo i vertici aziendali si continuerà ad investire sia nell'operatività sia nel settore finanziario. Gli stabilimenti rimarranno in Friuli (entrambi, Sedegliano e Monfalcone impiegano 320 persone) e si potrà espandere il mercato su nuovi territori esteri. Quel che è certo è la proroga del contratto di solidarietà per un altro anno che coinvolgeva lo stabilimento di Sedegliano: accordo raggiunto con i sindacati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: 9 decessi, calano ricoveri e terapie intensive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento