Sereni Orizzonti guarda a Sud e si espande in Spagna

Il Gruppo udinese, dopo le acquisizioni in Baviera, fa sua una struttura nei dintorni di Madrid

Dopo aver preso familiarità con il tedesco della vicina Baviera, Sereni Orizzonti volge lo sguardo a Sud e arriva in Castiglia, Spagna, a pochi passi da Madrid. La società che fa riferimento a Massimo Blasoni ha perfezionato per circa 8 milioni di euro l’acquisizione della proprietà immobiliare e della gestione de “La Edad de Oro”, una residenza socio sanitaria che si trova nel Comune di El Alamo, a 30 chilometri dalla capitale.

I numeri

La nuova struttura impiega all’incirca 80 dipendenti e garantisce servizi di assistenza medica, infermieristica e fisioterapeutica. Dispone di 111 posti-letto per anziani non autosufficienti con disabilità e sofferenti del morbo di Alzheimer, ai quali si aggiungono altri 20 posti per gli ospiti nel centro di permanenza diurno.

Le prospettive

La positiva conclusione della lunga trattativa con le società spagnole Sacapi SL e Serauxma SL, secondo quanto fanno sapere i vertici del Gruppo, rappresenta soltanto la prima tappa dello sviluppo nella penisola iberica. Grazie a questa operazione “Sereni Orizzonti” è diventata l’unica realtà interamente italiana del settore a operare con sue strutture sia in Germania sia in Spagna. «Complessivamente il nostro investimento in entrambi i Paesi supera i 38 milioni di euro, che si vanno a sommare agli oltre 200 milioni per la realizzazione di nuove Rsa in Italia nel biennio 2019-2020» commenta soddisfatto Massimo Blasoni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oltre a Taylor c'è di più! Il piccolo esercito di influencer made in Friuli

  • Michelle Hunziker festeggia il compleanno in Carnia con grappa, polenta e speck di Sauris

  • Taylor Mega fa il dito medio alla Polizia, cacciata in diretta da Canale 5

  • Nota artigiana udinese scompare da casa: l'appello del fratello

  • Martignacco, sequestrati 100 chili di pesce al ristorante

  • Addio al dottor Sacco, per anni un riferimento del reparto di oncologia

Torna su
UdineToday è in caricamento