menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pilosio guarda al futuro: omologato il concordato preventivo

Il tribunale di Udine ha convalidato il concordato preventivo richiesto dall'azienda di Feletto Umberto

 Il 28 maggio 2018 il Tribunale di Udine ha omologato il concordato preventivo proposto da Pilosio SpA di Tavagnacco e ne ha dato comunicazione oggi. Questo decreto consente all’azienda di attrezzature provvisionali per costruzioni e manutenzioni, di chiudere una delicata fase della sua storia e ripartire con nuovi obiettivi di consolidamento e crescita. 

L’atto del Tribunale fa seguito all'udienza che si è tenuta lo scorso 19 aprile e alla comunicazione di esito positivo della votazione della proposta concordataria. Si tratta della terza fase della procedura di concordato, iniziata il 19 gennaio 2017 con il deposito della domanda di concordato preventivo in continuità e seguita il 22 luglio 2017 con il deposito del piano, della proposta concordataria e dei documenti. Il 19 ottobre dello stesso anno è stato emesso il Decreto di ammissione al concordato con continuità indiretta da parte del Tribunale di Udine. Per giungere all’8 febbraio di quest’anno con l’adunanza dei creditori la cui maggioranza ha approvato il concordato. 
L'ultima fase della procedura sarà la costituzione della NewCo che avverrà nei prossimi giorni, compatibilmente con le procedure amministrative.

L'omologa è un passo molto importante per Pilosio sia perché sancisce il termine di un lungo e difficile periodo, sia perché, con la fine di questa procedura, l'azienda può concentrarsi pienamente sul suo sviluppo. 
“Con questo decreto sono stati riconosciuti gli sforzi che tutta l'azienda, dai reparti produttivi agli uffici, hanno sostenuto in questo ultimo anno e mezzo” ha dichiarato l’amministratore delegato, “la direzione è molto fiduciosa sulla veloce ripresa dell'azienda” ha concluso Johann Strunz.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 12 i decessi, calano i ricoveri e le terapie intensive

Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento