menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Matchingday transfrontaliero con 69 imprese

Circa un terzo delle aziende arrivate ieri nella perla dei Colli Orientali friulani è arrivata da oltre confine

Costruire relazioni. Gettare ponti. Far sì che le imprese collaborino a progetti comuni. In questi anni ai tavoli del MatchingDay di Confartigianato Udine ne sono nati tanti. La scintilla scocca in appena 15 minuti. Tempo di sondare eventuali punti d’incontro, d’intuire sul nascere il possibile feeling, di scambiarsi un biglietto da visita. Merito del copione ormai rodato, scritto con cura da Confartigianato-Imprese Udine che alla vigilia dell’evento provvede a mixare le imprese.  In 69 si sono presentate ieri all’appuntamento, ospitato quest’anno a villa Nachini Cabassi. Scremati causa qualche defezione dovuta a malanni di stagione, agli imprenditori non è rimasto che sedersi ai tavoli e tentare di mettere a frutto i 15 minuti a disposizione. Concentrati sull’interlocutore, ma attenti al conto alla rovescia impresso sul maxischermo del salone centrale della villa settecentesca.

Le collaborazioni con la Slovenia

Quest’anno l’associazione di categoria ha scelto la prestigiosa dimora a Corno di Rosazzo per ospitare l’edizione numero dieci di MatchingDay, divenuto negli anni un evento di grande richiamo. Capace quest’anno di richiamare imprese anche dalla vicina Slovenia. Circa un terzo delle aziende arrivate ieri nella perla dei Colli Orientali friulani è arrivata da oltre confine grazie alla proficua collaborazione messa in campo da Confartigianato e Ures, l’Unione regionale economica slovena rappresentata dal direttore Andrej Šik, con un intento chiaro: far della vicinanza geografica tra le due regioni un’occasione di crescita reciproca. Trasformare il confine in un punto di forza e non di debolezza (se non di concorrenza sleale).

I numeri

L’interesse è evidente e i numeri parlano chiaro: 22 sono state le imprese arrivate ieri in Friuli, realtà ad alto capitale di innovazione, attive sopratutto nei settori della meccanica di precisione. Presente - ed è significativo - anche Spirit Slovenia, l’agenzia governativa slovena che si occupa di innovazione e internazionalizzazione. “Salutiamo la decima edizione di MatchingDay dando a questo nostro evento valenza transfrontaliera, in un Friuli dove il mondo delle piccole e piccolissime imprese ha dimostrato tenacia e innovazione. In questi anni difficili ha dato contro alla crisi andando oltre il proprio cortile, perché anche le reti e le relazioni tra imprese, nella terra del “fasin di bessoi”, vanno lette nel segno dell’innovazione”. “Con MatchingDay - ha proseguito il leader degli artigiani - noi quel tipo di innovazione la facciamo da tempo, convinti che tessere rapporti nell’articolata trama del tessuto sociale della piccola impresa possa costituire un elemento fondamentale per lo sviluppo”. Al suo fianco, in questa missione che va oltre l’azione sindacale per entrare a piedi pari nell’economia reale, Confartigianato conta su uno spallato team di partner. Dalla Cassa di risparmio di Udine, rappresentata oggi dal vicepresidente Paolo Comolli, ad Assicura, presente il presidente Tiziano Portelli, e ancora Confidimprese FVG, Prontoauto, Cata, Cluster arredo e sistema casa Fvg oltre alla già citata Ures. Presente anche Loris Basso, assessore alle attività produttive del Comune di Corno di Rosazzo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, in Friuli continuano a calare ricoveri e contagi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento