menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Latte, avanti con il polo coop Venchiaredo-Latterie Friulane

All'assemblea della Venchiaredo, Confcooperative rilancia il progetto: «È strategico per il settore lattiero-caseario della nostra Regione». Appoggio dal neoassessore all'agricoltura Bolzonello

All’assemblea di Venchiaredo, tenutasi nella sede dell’azienda a Ramuscello di Sesto al Reghena (Pordenone), è stato rilanciato il progetto di polo lattiero-caseario regionale, avviato nel 2011 e basato sulla collaborazione strategica tra la Venchiaredo Spa, appunto, e Latterie Friulane, le due più grandi aziende del comparto a livello regionale: insieme, fanno un fatturato che raggiunge i 120 mln di euro e oltre 1 milione di quintali di latte trasformato. Da parte sua, la sola Venchiaredo, con un fatturato complessivo di 37,7 mln di euro, lavora 44,7 mln di litri di latte, con 60 produttori associati e 85 dipendenti. Nel 2012 ha fatto investimenti per 2 mln di euro e ne farà addirittura 4 nel 2013.

Attraverso una strategia improntata sulla specializzazione produttiva, sul contenimento dei costi industriali, la razionalizzazione delle strutture e la valorizzazione dei prodotti friulani – Montasio dop in primis -, le due realtà cooperative puntano a valorizzare la produzione degli allevatori regionali proiettando l’intera agricoltura regionale nei mercati mondiali. Confcooperative Fvg stima che il progetto, una volta a regime, possa consentire alle due imprese, importanti ritorni economici, generando una crescita dei ricavi nell’ordine di svariati milioni di euro entro i prossimi 2-3 anni. Infatti, è proprio Confcooperative – la centrale cui aderiscono entrambe le aziende -, a premere l’acceleratore sul progetto:

«La collaborazione tra Venchiaredo e Latterie Friulane – ha detto il presidente regionale dell’associazione cooperativistica, Franco Bosio – è un’occasione storica per il comparto lattiero-caseario regionale e per tutti gli allevatori del Fvg. Consente di valorizzare sui mercati le produzioni della nostra regione e la specializzazione dei siti produttivi delle due aziende, con l’obiettivo di massimizzare il ritorno per centinaia di allevatori regionali». Confcooperative sottolinea inoltre come il polo del latte consentirà pure di valorizzare al meglio il marchio “Friuli” nel mondo, con ricadute positive per tutta la nostra filiera agroalimentare nonché per il comparto turistico. Presente all’assemblea anche il neoassessore regionale alle risorse rurali, Sergio Bolzonello: da lui non solo parole di apprezzamento per il progetto e la conferma della strategicità per l’economia regionale, ma anche la disponibilità a sostenerlo concretamente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento