rotate-mobile
Economia Campoformido

Latterie Friulane: parte il rilancio dell'azienda con la 'tolleranza zero'

Presentata la nuova presidente del Consiglio di amministrazione Michela Del Piero: "Dobbiamo riprendere al più presto le trattative con Granarolo, momentaneamente sospese"

"Latterie friulane rinasce per continuare a essere sul territorio". Il neo presidente del Cda del Consorzio Latterie friulane, l’ex assessore della giunta Illy Michela Del Piero, punta all'immediato rilancio dell'attività fondamentale per il mantenimento della filiera del latte in regione.

"Quanto accaduto non deve succedere più - ha dichiarato all’agenzia Ansa - , anche se la vicenda ha coinvolto un numero esiguo di latte (15 quintali su 1.200, pari all'1,25%). Ma non dobbiamo sbagliare mai più. Zero è il nostro obiettivo", ha aggiunto presentando il piano di rilancio dell'azienda che punta anche a riacquistare la fiducia dei consumatori con una nuova campagna pubblicitaria ispirata dallo slogan "zero tolerance".

"Il personale coinvolto dall'indagine è stato sospeso", ha aggiunto, affiancata da Fabiano Simsig dell'associazione allevatori, che fa le analisi esterne, e dal nuovo operatore sanitario alimentare Walter Vallavanti.

"Molti hanno riconfermato gli ordini dandoci fiducia", ha riferito Vallavanti, ma i danni, d'immagine e non solo, patiti dal Consorzio sono stati pesanti.

"Abbiamo avuto perdite di 3,8 milioni di euro - ha continuato Del Piero -. Sono 300 mila euro solo di costi di smaltimento dei 388 mila litri di latte ritirati e smaltiti, 150 mila euro di prodotto nel frattempo scaduto. Il prezzo del latte e' sceso a 0,38. Dobbiamo ripartire subito per minimizzare questi danni".

Le trattative con Granarolo sono al momento sospese "dobbiamo riprenderle al più presto", ha aggiunto la presidente.

IMG_6131-2

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Latterie Friulane: parte il rilancio dell'azienda con la 'tolleranza zero'

UdineToday è in caricamento