menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fibra ottica regionale nelle zone industriali: in arrivo 209 chilometri di rete di accesso

In Friuli ne potranno usufruire la zona collinare e dell'Alto Friuli

Le zone industriali del Friuli Venezia Giulia potranno usufruire del servizio di fibra ottica regionale con connessione larga e ultra larga. 

NUOVE CONCESSIONI DI FIBRA OTTICA. La Regione, sulla base della documentazione prodotta da Insiel spa, ha infatti emanato tre ulteriori concessioni di fibra ottica regionale che interessano le seguenti zone industriali: distretto Industriale della sedia, distretto Industriale dell'agro-alimentare di San Daniele, consorzio per lo Sviluppo industriale del Friuli Centrale, consorzio per lo Sviluppo industriale ed economico della zona pedemontana Alto Friuli, distretto industriale delle Tecnologie Digitali, consorzio per lo Sviluppo del Comune di Monfalcone (CSIM), consorzio per lo Sviluppo Industriale e artigianale di Gorizia (CSIA) e zona industriale di Trieste (EZIT). Complessivamente sono stati messi a disposizione dell’operatore 119 chilometri di infrastruttura di dorsale e 209 chilometri di rete di accesso internamente alle aree produttive.

FINANZIAMENTI . Ad annunciarlo l’assessore regionale alle Infrastrutture e territorio, Mariagrazia Santoro, che sottolinea come si sia "raggiunto un altro importante passaggio del programma regionale per l'infrastrutturazione delle aree industriali attraverso la cessione di parte della rete pubblica regionale agli operatori privati di telecomunicazione che - ha evidenziato - ora possono offrire servizi di connessione direttamente alle aziende insediate. Entro l'anno tutte le zone industriali saranno interamente coperte". Si tratta di opere realizzate con i finanziamenti del programma POR FESR 2007/2013 che sono state messe sul mercato tramite una procedura di evidenza pubblica, come previsto dagli orientamenti comunitari in materia di reti a banda larga e ultralarga. L'operatore aggiudicatario dell'infrastruttura regionale in tutte le aree industriali è la società Linkem spa che ha inteso investire sul territorio del Friuli Venezia Giulia, con un impegno che si protrarrà per i prossimi 10 anni.

IL FUTURO. La Regione sta infine predisponendo l'avviso per la cessione dell'ultimo lotto di zone industriali finanziato dal Por Fesr, che riguarda il consorzio per la zona di Sviluppo industriale di Ponte Rosso, il distretto del Mobile, il distretto del Coltello, il consorzio per il Nucleo di industrializzazione della provincia di Pordenone, il consorzio per lo Sviluppo industriale, economico e sociale dello Spilimberghese, il Carnia Industrial Park e il distretto Termoelettromeccanico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Attualità

Coronavirus: 9 decessi, calano ricoveri e terapie intensive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento