Euro&Promos: l'azienda udinese punta a 200 milioni di fatturato

Annunciato il piano triennale, l'amministratore delegato Alberto Tavano Colussi: “Elevati standard di qualità e sicurezza, ma anche investimenti in tecnologia”

Euro&Promos, azienda multiservices in outsourcing, si occupa di attività che spaziano dalle pulizie industriali alla gestione dei magazzini e le manutenzioni impiantistiche, e negli ultimi anni ha registrato una crescita costante di fatturato. Ora, l'obiettivo è di arrivare a quota 200 milioni di euro nell'arco dei tre anni.

Le origini

L'azienda è nata come cooperativa, per poi diventare una società per azioni che ha da poco investito un milioni di euro per riorganizzare tecnologicamente i flussi di lavoro. Con sede a Udine, conta più di 6mila lavoratori operanti in tutto il territorio. Oggi è considerata tra i primi player in Italia nel settore multiservizi, ma si prevede un'ulteriore espansione, anche se il 2019 si è chiuso già con un fatturato di oltre 140 milioni di euro. Il risultato è stato possibile anche grazie a oltre 30 milioni di nuove aggiudicazioni in gare pubbliche e contratti con aziende. Il fatturato cresce, ma cresce anche la marginalità, con un EBITDA atteso per il 2019 a doppia cifra, cosa che consente investimenti continui in settori affini e in linea con quanto viene richiesto dal mercato.

L'azienda

“Il nostro punto di forza è capire i trend di mercato, riuscendo ad anticiparli e a proporre i servizi adeguati che richiedono i nostri clienti e che offrono le nostre società: pulizia civile, industriale e sanitaria, logistica di magazzino, manutenzioni industriali, lavanderia industriale, oltre a gestione integrata di strutture residenziali, servizi socio-sanitari e riabilitativi, attività di animazione, per arrivare poi alle gestioni in ambito culturale e office management. La nostra specifica abilità è la capacità di utilizzare le tecnologie per efficientare i costi”, spiega l’amministratore delegato Alberto Tavano Colussi. “Con dei sistemi di controllo e di supervisione su cui saranno indirizzati nuovi investimenti ci sarà la possibilità di ottimizzare ulteriormente la nostra attività, mantenendo elevati standard di qualità e sicurezza, sempre garantendo un approccio che mette al centro il cliente”.

L'impegno

La professionalità di Euro&Promos è dimostrata anche dalla riconferma del rating di legalità massimo, le tre stellette, conferito dall’Autorità garante della concorrenza e del mercato e l’impegno dell’azienda verso il proprio personale.

Più posti di lavoro

E se crescerà il fatturato, aumenteranno anche i posti di lavoro, con un approccio che favorirà la componente umana e la professionalità. “Euro&Promos negli anni ha migliorato continuamente i progetti a favore dei suoi dipendenti – precisa l’AD - con la consapevolezza che un ambiente di lavoro adeguato e che dia le giuste gratificazioni sia fondamentale per arrivare agli obiettivi che ci si è prefissati. In altre parole, la crescita dei collaboratori, sia personale che professionale, rappresenta un fattore strategico”.

I premi

I premi non mancano, a sottolineare i risultati del gruppo. Si è recentemente classificata al sesto posto nel Triveneto tra le grandi imprese con le migliori condizioni patrimoniali, finanziarie e reddituali nell’arco degli ultimi cinque esercizi, in base a una ricerca condotta dall’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Udine, in collaborazione col dipartimento di Economia dell’Università Ca’ Foscari di Venezia. Nel Top 500, dossier sulle prime 500 aziende del Triveneto, Euro&Promos per l’anno 2018 si trova in trentacinquesima posizione tra le prime 500 aziende. Rispetto all’anno prima, va evidenziato l’EBITDA: da 8,3% si è passati a 9,4%

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuole chiuse, niente eventi sportivi, musei e messe per una settimana: Friuli pronto a fermarsi completamente

  • Clima impazzito: un temporale di neve imbianca il Friuli

  • Coronavirus, altri 10 casi sospetti in Fvg. L'appello della Regione, se temete il contagio chiamate il 112

  • Pagati per stare a letto 60 giorni a pochi chilometri dal Friuli, si cercano volontari

  • Coronavirus, tutto quello che chiude fino al primo marzo

  • Camminano per strada rientrando in albergo e gli arriva un secchio di urina in testa

Torna su
UdineToday è in caricamento