menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Boom dell'estorsione in Friuli: in 5 anni + 125,4%

L'analisi è della Cgia di Mestre, che ha preso in considerazione i dati di tutta Italia. Serracchiani: «È dal nostro tessuto che devono essere prodotti gli anticorpi»

Boom dell’estorsione in tutto il nord est negli ultimi 5 anni, con il Friuli Venezia Giulia che fa segnare un +125,4%. Complessivamente le denunce sono aumentate del 64,2%: in valori assoluti sono passate da 5.992 a 9.839. 

L’analisi

A indicarlo è la Cgia di Mestre. Nel Trentino Alto Adige c’è stato un incremento del +188% (in valore assoluti +94), in Emilia Romagna del +172,8% (+ 501 in termini assoluti). L'ultima regione nordestina, il Veneto, ha registrato un incremento del 79,5% pari ad un aumento in termini assoluti di 217 denunce. La regione con il più alto numero di denunce è la Lombardia, che nel 2015 ne ha registrate 1.336. Al secondo posto la Campania con 1.277 e al terzo il Lazio con 916. Pur essendo molto contenuto (nel 2015 le segnalazioni sono state solo 375), non va nemmeno sottovalutato il fenomeno dell'usura. Con le sole denunce effettuate, dice la Cgia, non è possibile dimensionare il fenomeno dell'usura. Le segnalazioni, purtroppo, sono molto esigue.

Serracchiani

«I numeri purtroppo parlano chiaro, e seppure non altissimi in termini assoluti, mostrano un aumento notevole dell'attività mafiosa nella nostra regione: questo fenomeno va contrastato finché non ha ancora innervato a fondo il tessuto produttivo» ha affermato la presidente Debora Serracchiani«Che le nostre terre fossero da tempo infiltrate da parte delle organizzazioni criminali - ha continuato la presidente - era stato chiarito di recente dalla Relazione della Direzione Investigativa Antimafia. Le caratteristiche di questa presenza devono far alzare il livello di guardia non solo delle Autorità giudiziarie e investigative, che stanno svolgendo un apprezzabile e giustamente discreto lavoro. Ma è anche tra i cittadini e soprattutto tra le categorie che serve massima vigilanza e, se del caso, pronta denuncia: è dal nostro tessuto che devono essere prodotti gli anticorpi».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: 9 decessi, calano ricoveri e terapie intensive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento