rotate-mobile
Mercoledì, 6 Luglio 2022
Corsi&Formazione Beivars

Bearzi skills builders 2030

Nuovo progetto sviluppato dall’Istituto Salesiano Bearzi di Udine, con il sostegno della Fondazione Friuli

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Si chiama “Bearzi Skills Builders 2030” ed è il nuovo progetto sviluppato dall’Istituto Salesiano Bearzi di Udine, con il sostegno della Fondazione Friuli, per gli studenti dell’Istituto Tecnico Industriale Informatico e Meccatronico. Una serie di percorsi formativi extracurricolari con l’intento di dare ai ragazzi un’ulteriore possibilità di maturare quelle competenze necessarie a diventare i tecnici del futuro e a proporsi nel mondo del lavoro maggiore flessibilità, attitudine al cambiamento, al miglioramento continuo e all’innovazione. Il tutto in linea con gli obiettivi per lo sviluppo sostenibile previsti dall’Agenda Onu 2030, in particolare quelli legati all’istruzione di qualità e a consumo e produzione responsabili. Il progetto coinvolgerà tra i 150 e 200 allievi che frequentano i trienni specializzanti nell’ITI Informatico e Meccatronico, per un totale di 16 proposte formative (9 specifiche per i due indirizzi, 7 comuni) dalle 4 alle 30 ore di durata, sia in modalità a distanza che in presenza. Le attività comuni saranno incentrate sul tema della sicurezza, della lingua inglese (preparazione all’esame “First Certificate”) e alle buone pratiche quotidiane per ridurre l’impatto ambientale. A questo si aggiungeranno i tradizionali incontri con le aziende. I ragazzi avranno l’opportunità di visitare l’impianto siderurgico Pittini a Rivoli di Osoppo, recentemente premiato come esempio di circolarità (produzione da materiali da discarica) e utilizzo di fonti energetiche alternative. Ma saranno anche i tecnici aziendali a far visita al Bearzi, per tenere lezioni mirate sempre nell’ambito della produzione energetica sostenibile e dimostrare, soprattutto, come gli obiettivi dell’Agenda Onu 2030 coinvolgano in maniera diretta anche il territorio friulano. Realizzazione e sviluppo di App, automazione Arduino e robotica, grafica e project management saranno invece i temi dei corsi proposti espressamente per l’indirizzo informatico. Tra i corsi rivolti ai meccatronici, particolarmente innovativo quello sulla saldatura per l’utilizzo di filo non ramato: una vera primizia industriale friulana e modello di eco-compatibilità, in grado di abbattere le esalazioni nocive dei tradizionali fumi di saldatura. L’Istituto Bearzi ringrazia la Fondazione Friuli per l’ormai immancabile supporto, con l’augurio che con queste operazioni formative i tecnici, gli imprenditori e le imprenditrici del futuro possano portare in alto il nostro territorio, mantenendo sempre un occhio di riguardo per la natura che ci ospita e la società in cui viviamo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bearzi skills builders 2030

UdineToday è in caricamento